/ Politica

Politica | 22 giugno 2022, 14:11

Ventimiglia: ore 14, Lega e Centrosinistra firmano contro Scullino, cade il Consiglio e l'Amministrazione

Alle 14 in punto, oggi pomeriggio si sono presentati dal Notaio Serraino di Ventimiglia, per firmare la sfiducia al primo cittadino, che comporta lo scioglimento del Consiglio comunale e la caduta dell’Amministrazione.

Ventimiglia: ore 14, Lega e Centrosinistra firmano contro Scullino, cade il Consiglio e l'Amministrazione

Gli appelli del Sindaco Scullino e la presenza domani dei progettisti della passerella che sostituirà la ‘Squarciafichi’ non sono serviti. I consiglieri della Lega (ad eccezione del Presidente del Consiglio Spinosi) e dell'opposizione, alle 14 in punto di oggi pomeriggio si sono presentati dal Notaio Serraino di Ventimiglia, per firmare la sfiducia al primo cittadino, che comporta lo scioglimento del Consiglio comunale e la caduta dell’Amministrazione. Non hanno ancora firmato Massimo Giordanengo e Alessandra Leuzzi.

Gaetano Scullino, eletto a fine maggio del 2019 con il 52,2% dei voti, non riesce quindi ad arrivare a fine mandato. La decisione della Lega, dopo le dimissioni date dal vice Sindaco Bertolucci, non è cambiata e i Consiglieri del Caroccio sono stati seguiti da quelli di opposizione. Scullino rimane quindi solo con la propria Lista Civica e poco altro mentre ora si aprono immediatamente gli scenari elettorali.

Tre anni fa Scullino allestì la coalizione proprio con la Lega, che si ritrovò a essere partito di maggioranza relativa con il 20,7%. Con la lista civica il Sindaco portò a casa l’11,9% superando Fratelli d’Italia (9,6) e Forza Italia (8,2) mentre la seconda lista civica ‘Ventimiglia nel cuore’ si fermò al 3,4%).

All’opposizione l’ex Sindaco Enrico Ioculano che arrivò al 33,5%, supportato dalla sua lista civica (14,1), dal Pd (13,9) e da ‘Ventimiglia per Te’ (3,7). Gli altri due candidati a Sindaco erano Giovanni Ballestra, che conquisto un seggio poi lasciato a Gabriele Sismondini., e Antonino Falzone che, con il 3,4% non entrò in Consiglio.

Oggi l’Amministrazione Scullino si ferma e ora scatta già la campagna elettorale. Centrosinistra e Lega sembrano già avere i loro nomi pronti per la candidatura a Sindaco. Da una parte sicuramente c’è Enrico Ioculano e dall’altra sembra certa quella di Flavio Di Muro. Ma c’è anche Gaetano Scullino che potrebbe mettersi di ‘traverso’ e fare da terzo incomodo davvero pesante, senza dimenticare eventuali altri esponenti, pronti a candidarsi.

Carlo Alessi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium