/ Politica

Politica | 03 dicembre 2023, 07:21

'Aperi mungugnu' a Ventimiglia: faccia a faccia tra cittadini e amministratori (Foto e video)

Tanti i temi discussi durante la serata organizzata dalla Cumpagnia d'i Ventemigliusi

'Aperi mungugnu' a Ventimiglia: faccia a faccia tra cittadini e amministratori (Foto e video)

Migranti, sicurezza, degrado, raccolta differenziata, mercato del venerdì, illuminazione, parcheggi selvaggi, marciapiedi sporchi, tombini intasati, una sede per convegni, via Zara, Battaglia dei Fiori e passerella sono stati i principali temi trattati durante l'aperi mungugnu, andato in scena ieri sera al Geppy's Bistrot di Ventimiglia. Tante persone hanno, infatti, partecipato al tradizionale mungugnu ventimigliese organizzato dalla Cumpagnia d'i Ventemigliusi. 

Nel corso dell'apericena, servito a tavola, i cittadini hanno potuto esporre problematiche e disagi riscontrate nella città di confine al sindaco Flavio Di Muro e alla sua Amministrazione. Per l'occasione erano presenti, oltre al primo cittadino, il vicesindaco Marco Agosta, gli assessori Serena Calcopietro e Milena Raco, il presidente del consiglio comunale Roberto Nazzari e i consiglieri comunali Franco Ventrella, Franca Bonadonna e Gabriele Amarella e il consigliere regionale Mabel Riolfo.

"Per i migranti abbiamo aperto il Pad in via San Secondo che è sufficiente per accogliere famiglie, minori e soggetti vulnerabili. Per i minori stranieri non accompagnati abbiamo una convenzione in essere con una struttura a Vallecrosia e la Croce Rossa Italiana e quando è successo che non avevamo posto li abbiamo ospitati in albergo. Non è competenza del Comune aprire la chiesa delle Gianchette. Sono d'accordo sul Ferrotel perché tutti i migranti arrivano con il treno e, quindi, se si apre una struttura controllata e organizzata il Comune sarà presente e protagonista nella stesura del regolamento che andrà a definire per esempio che alle 19.30 si chiude la porta. Ci vuole un Cpr per portare i migranti irregolari, non vanno accolti insieme alle famiglie e ai bambini" - ha rassicurato il sindaco Flavio Di Muro rispondendo alle domande dei cittadini - "Con l'inizio dell'anno nuovo andrò in ogni via della città, come in via Gradisca. Entro l'anno 2024 riapriremo via Due Camini. Via Zara, come per tante altre parti della città, è una zona d'ombra difficile da illuminare e controllare. Manca un servizio efficiente di videosorveglianza. Abbiamo 600mila euro da investire in un nuovo sistema di videosorveglianza e a breve partirà la gara. La polizia locale è poca, vi sono 22 vigili urbani disposti su due turni. Entro dicembre concludiamo le prove orali, scritte e fisiche e, quindi, da gennaio avremo tre nuovi agenti di polizia locale e poi ne assumeremo altri. Oggi non riusciamo a fare il turno serale della polizia locale perché non abbiamo gli agenti sufficienti per fare i tre turni. Sui beni immobiliari di Ventimiglia stiamo risolvendo un problema ereditato con un cronoprogramma certo e con una decisione coraggiosa: andare verso la liquidazione di Civitas. Ponte San Ludovico diventerà Piazza Italia. Si va verso un protocollo d'intesa tra Comune, Anas e privati. Il mio sogno è di avere una piazza, vorrei rivedere la viabilità della strada che metterei verso monte e avere un belvedere con una banchina per i gommoni, con servizi nuovi e parcheggi per poter andare a visitare il museo dei Balzi Rossi".

"Sulla pulizia della città abbiamo messo i divieti di sosta per pulire le caditoie. Mi prendo l'impegno di verificare i tombini e la fognatura" - ha aggiunto l'assessore Milena Raco - "Riguardo al mercato del venerdì, non essendo previsto dal capitolato, abbiamo fornito i sacchi per la plastica ad ogni banco ma purtroppo non collaborano. Non stiamo ancora sanzionando perché gli stiamo dando il tempo di abituarsi. La sanzione prevista è di 500 euro a banco".

"Per la sala convegni, la sala dell'ex tribunale non potrà essere messa a disposizione perché abbiamo in previsione alcuni cambiamenti logistici. Al porto apriremo una sala convegni. L'ex liceo classico è legato al discorso Civitas" - ha sottolineato l'assessore Serena Calcopietro - "La Battaglia dei Fiori è una manifestazione storica ma bisogna tenere conto dell'evoluzione dei tempi. Era nata grazie alla coltivazione dei garofani e in seguito a cambiamenti climatici ciò non è più avvenuto e, di conseguenza, si è provveduto ad acquistare fiori a qualità bassissima e a prezzi elevatissimi. Il badget necessario per la manifestazione è pari a quello che ho a disposizione per l'intera stagione degli eventi estivi e, perciò, è chiaramente antieconomico. Sono la prima ad essere legata alla tradizione e, perciò, sono aperta a qualsiasi iniziativa per poter riportare la manifestazione un po' rivisitata per salvaguardare l'infioratura. Per la tecnostruttura che il comune di Ventimiglia mette a disposizione per facilitare il lavoro dei nostri carristi per la realizzazione dei carri che poi sfileranno a Sanremo abbiamo fatto un sopralluogo sulla zona individuata: lo scalo merci. E' una proprietà delle ferrovie e, perciò, posso solo sollecitare nuovamente il dirigente delle Ferrovie per riuscire ad avere una risposta in tempi brevi".

La serata è stata, inoltre, inframezzata da brevi momenti di lettura di brani dialettali in tema col mungugnu. Sono stati poi eletti dal sindaco e dalla sua amministrazione la Contessa del Mungugnu, Carmela Copelli, nota come Rosalba, per il mungugnu più di spessore o originale, e due Mungugnu I Lascaris, Conte di Mungugnamiglia, per il mungugnu storico più lontano nel tempo: Sergio PallancaCarmela Copelli.

Elisa Colli

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MARZO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium