Elezioni comune di Diano Marina

 / Attualità

Attualità | 30 luglio 2020, 18:04

Sanremo: cantiere di via Mameli, il Comune respinge la richiesta danni dei commercianti “Inconsistente, c’è interesse generale”

Un nulla di fatto dalla mediazione prevista per questo pomeriggio a Palazzo Bellevue

Il nuovo tratto di via Mameli appena realizzato

Il nuovo tratto di via Mameli appena realizzato

Nuova tappa oggi a Palazzo Bellevue per la querelle legale che vede da una parte i commercianti di via Mameli e dall’altra il Comune di Sanremo. Qualche giorno fa i negozianti hanno presentato ufficialmente una richiesta di danni al Comune (leggi la notizia cliccando QUI) per via del rallentamento dei lavori nella realizzazione del restyling di via Mameli e piazza Borea d’Olmo. Richiesta quantificata nella somma simbolica di 100 mila euro complessivi.

Oggi pomeriggio era in programma l’incontro per la mediazione tra le parti, incontro al quale si sono presentati due dei negozianti coinvolti insieme all’avvocato Alessandro Gallese, loro rappresentante. La posizione del Comune è stata invece espressa dall’avvocato Danilo Sfamurri: “Non riteniamo che ci siano i presupposti”. Un secco ‘no’, quindi, alle richieste risarcitorie dei commercianti che, stando a quanto ci hanno dichiarato prima dell’incontro, andranno avanti nella loro battaglia legale.

L’assessore Massimo Donzella ci aveva dato la parola che la piazza sarebbe stata pronta il 30 giugno, ci sentiamo presi in giro” hanno dichiarato ai nostri microfoni i rappresentanti di ‘Gelatè’ e ‘Lab Gourmet’.

Per contro l’assessore Massimo Donzella ha replicato: “La richiesta di un risarcimento è del tutto inconsistente perché si sta seguendo un cronoprogramma per un interesse generale. È un’opera pubblica di riqualificazione di un’area che non era di pregio e diventerà una delle più belle di Sanremo. Sono sempre disponibile a un confronto così come ho fatto più volte, il rispetto e l’attenzione ci sono stati e, infatti, gli interventi fortemente impattanti sono stati sospesi”.

I lavori sono stati interrotti durante l’emergenza covid-19 - ha poi spiegato Donzella - e poi, proprio per un particolare rispetto e un’attenzione nei confronti dei commercianti, ho fatto ripartire il cantiere prima di tutti gli altri proprio per consentire che l’attività dei negozianti si svolgesse nel migliore dei modi. Il cantiere davvero impattante con mezzi pesanti, ruspe e camion, sarebbe dovuto iniziare a luglio in via Matteotti e la cosa non è stata fatta proprio per una questione di rispetto dei commercianti. La posa della pavimentazione, invece, è compatibile con le attività commerciali così come era stato fatto nella prima parte di via Matteotti. Quindi la sospensione c’è stata ed è fondamentale per l’obiettivo finale: avere l’opera completata per Natale”.

Pietro Zampedroni

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium