/ Politica

Politica | 06 luglio 2021, 12:12

Ventimiglia: pratica Coop di via Tacito, la Lega conferma il suo voto negativo. Ci saranno strascichi politici?

Dal carroccio frontaliero confermano le decisioni già prese. Bertolucci "Mi auguro che non ci siano posizioni di imbarazzo, che sicuramente non verranno da parte nostra. Noi siamo con la coscienza pulita, perché non abbiamo mai cambiato la nostra idea e l’abbiamo sempre messa sul tavolo”.

Ventimiglia: pratica Coop di via Tacito, la Lega conferma il suo voto negativo. Ci saranno strascichi politici?

Rimane sempre caldo il tema del progetto Coop di via Tacito a Ventimiglia. Dopo la pubblicazione dei dettagli sul progetto (QUI), che vedrebbe la Coop realizzare a proprio carico una serie di opere pubbliche, a scomputo degli oneri per circa 1,4 milioni di euro, abbiamo cercato di capire come si evolverà, soprattutto con chi è contrario, ovvero la Lega.

Una certezza arriva per il Consiglio di giovedì prossimo che, con il numero legale più basso in quanto seconda convocazione, i 14 punti all’ordine del giorno dovrebbero filare via lisci senza nessun problema. Dalla Lega, dopo le polemiche della scorsa settimana, fanno sapere che saranno presenti in aula e il dibattito non dovrebbe vedere problemi, tenuto anche conto dell’assenza di mozioni, interpellanze e ordini del giorno.

Sicuramente il Consiglio che verrà convocato per il progetto della Coop sarà decisamente più caldo e la Lega conferma il suo secco no: “La nostra posizione è chiarissima – ha detto il vice Sindaco Bertolucci – e non ci nascondiamo dietro a un dito per motivi legati alla logistica, all’inserimento di una grande struttura in una zona che soffrirebbe molto sotto vari aspetti. Per la viabilità, l’impatto ambientale e i problemi con l’asilo vicino. Abbiamo anche analizzato le ‘offerte’ messe sul piatto tra cui i 60 parcheggi ma, analizzandole bene non pariamo di oro colato, tenuto anche conto che a 100 metri ne facciamo 1.000 di posti auto. Al di là di questo è un servizio già presente e se ne aggiungerebbe un altro, non necessario nella zona centrale di Ventimiglia. Magari in altre zone potrebbe servire, ma in quella di via Tacito ci sono già altri supermercati e, anche le associazioni di categoria ci hanno confermato di non essere particolarmente d’accordo”.

Bertolucci ha così confermato il deciso no alla pratica, volendo anche specificare le scelte: “Il gruppo è compatto e, anche nella riunione di giovedì scorso tutti hanno ribadito i propri pensieri all’interno di un confronto importante. Ci auguriamo, ma non ho motivo di pensare il contrario, che la posizione venga mantenuta da tutti”.

Sul piano politico il no della Lega alla pratica potrebbe cambiare qualcosa sul piano politico e degli equilibri all’interno della maggioranza: “Io non so se ci sarà uno strascico politico – risponde Bertolucci – e se dalla maggioranza (non solo la Lega, perchè ci sono perplessità anche in Forza Italia e Fratelli d’Italia), questo andrà a pesare in seno all’Amministrazione. Ma mi auguro che non ci siano posizioni di imbarazzo, che sicuramente non verranno da parte nostra. Noi siamo con la coscienza pulita, perché non abbiamo mai cambiato la nostra idea e l’abbiamo sempre messa sul tavolo”.

Ora ci si domanda chiaramente cosa potrà accadere nel futuro della maggioranza ventimigliese, anche se la pratica non era nel programma e, quindi, l’Amministrazione non dovrebbe avere problemi futuri. Sicuramente potrebbero verificarsi situazioni non facili da gestire, non solo per il voto della Lega ma anche per quanto accade in seno agli altri partiti della coalizione, in particolare Fratelli d’Italia, rappresentato da Bartolomeo Isnardi che nell’ultimo Consiglio è uscito dall’aula, facendo mancare il numero legale.

Dalla Lega di Ventimiglia confermano che il voto negativo alla pratica Coop non vuole essere una presa di posizione per andare contro qualcuno dell’Amministrazione: “Noi non votiamo contro – termina Bertolucci – per far cadere il Consiglio ma per le nostre motivazioni. Mi auguro che, dall’altra parte della barricata si possa trovare una ‘quadra’. Ad oggi non credo, visto che le posizioni sono rimaste sullo stesso piano ma, magari da qui a fine luglio qualcosa potrà cambiare. In questo caso non è un discorso prettamente leghista, anche se noi siamo in 5 ma ho notato perplessità anche in Forza Italia e in alcuni esponenti della ‘Lista Scullino’. Ora attendiamo e rimaniamo in attesa”.

Carlo Alessi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium