/ ATTUALITÀ

ATTUALITÀ | lunedì 27 marzo 2017, 14:24

Il sanremese che vende il lusso ai cinesi, Giò Giacobbe, si racconta su Wall Street Italia

In edicola una lunga intervista al giovane amministratore delegato del Gruppo Trussardi in Asia, originario di Sanremo, che racconta: "In Asia l'unico canale di promozione e di branding è quello digitale"

Il sanremese che vende il lusso ai cinesi, Giò Giacobbe, si racconta su Wall Street Italia

Di Giò Giacobbe, il sanremese a capo del Gruppo Trusssardi in Asia, avevamo parlato qualche mese fa in una lunga intervista della nostra rubrica In&Out, raccontando la storia di un giovane italiano nato e cresciuto nella nostra provincia che a poco più di 30 anni è arrivato a ricoprire una carica di importanza fondamentale nell'oriente più lontano, a capo di una delle aziende simbolo del Made in Italy.

Una splendida storia di successo per un ragazzo che è legatissimo alla sua terra e che continua a ottenere importantissimi risultati sul piano professionale e personale. Proprio in questi giorni, infatti, si può leggere una sua lunga e approfondita intervista sul magazine Wall Stretet Italia, in cui racconta la sua esperienza nella promozione del Made in Italy in CIna e in Asia.

Tantissimi gli spunti di riflessione, dalle differenze culturali e di visione del mondo ("Lavorare con i cinesi? E' la parte più difficile e si può riuscire a farlo solo con l'esperienza diretta") alle curiosità tecniche e di costume ("In Cina Facebook, Google e affini non esistono, sono bloccati dal governo, ma in Cina esistono gli equivalenti, che vengono utilizzati in modo anche più esteso"), con una semplice considerazione alla base: il primato della comunicazione digitale e dell'online, in quello che è il mercato più importante del mondo.

Una success-story made in Sanremo di cui andare orgogliosi e che lascia una speranza per un ritorno di un giovanissimo talento del mondo della moda e degli affari, come lo stesso Giò Giacobbe ha dichiarato "Mi piacerebbe confrontarmi con altri mercati. Il rientro per un manager è una possibilità".

Riccardo Marvaldi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore