/ Economia

Economia | 02 febbraio 2023, 09:38

Liguria, aperte le domande per “Generazione Terra”: il nuovo strumento fondiario Ismea

Interessanti novità e opportunità per i giovani agricoltori

Liguria, aperte le domande per  “Generazione Terra”: il nuovo strumento fondiario Ismea

A fine 2022 erano oltre 55mila le imprese agricole condotte da under 35. Una gioventù agricola che porta con sé innovazione, sostenibilità, competitività ed efficienza, e che proprio per questo deve essere tutelata e incentivata. Questa una delle motivazioni che hanno portato all’apertura – avvenuta alle 13 di ieri, mercoledì 1° febbraio – sul sito ISMEA delle domande di accesso a “Generazione Terra”, il nuovo strumento fondiario dell’Istituto. La nuova misura finanzia fino al 100% il prezzo di acquisto dei terreni da parte di giovani (di età non superiori a 41 anni) già insediati o che intendono insediarsi in agricoltura, per un massimo di 1,5 milioni di euro. L’accesso ad essa avviene secondo una procedura a sportello, con prenotazione della disponibilità fino a esaurimento della dotazione finanziaria riservata, di cui verrà data indicazione nella sezione del sito dedicata al portale.

L'accesso alla terra e quello al credito rappresentano oggi le principali criticità per i giovani che vogliono aprire un'azienda agricoltura. Anche per questo, misure come “Generazione Terra” sono il miglior investimento per il futuro della nostra agricoltura, per la salvaguardia della biodiversità e la tutela del territorio. Secondo un’indagine recente, oggi il 49,7% dei giovani capi azienda ha un diploma di scuola superiore, mentre il 19,4% è laureato.

Anche e soprattutto per questo “investire sui giovani – spiegano Gianluca Boeri e Bruno Rivarossa, presidente di Coldiretti Liguria e delegato confederale – vuol dire investire sul futuro e sulla sovranità alimentare del Paese. Al giorno d’oggi le giovani imprese agricole spiccano sia il salto di qualità compiuto in termini di digitalizzazione, innovazione e professionalità che per estensione, aggirandosi in media intorno ai 18,3 ettari, a fronte di una media nazionale di 10,7 ettari. Senza dimenticare che il 12% delle imprese agricole giovani svolge attività connesse, in prima linea nel modello di agricoltura multifunzionale, con importanti ricadute sull'ambiente e sulla collettività. Ne sono esempio concreto la produzione di energie rinnovabili e l'agricoltura sociale”.

Redazione

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium