/ Cronaca

Cronaca | 27 ottobre 2021, 17:50

Sanremo, arrestata rapinatrice rumena: ha aggredito i poliziotti e puntato un coltello alla commessa di un negozio

L'episodio è avvenuto sabato scorso. Per la 34enne il giudice ha disposto l'obbligo di firma

Sanremo, arrestata rapinatrice rumena: ha aggredito i poliziotti e puntato un coltello alla commessa di un negozio

La Polizia di Stato di Sanremo ha arrestato una 34enne per i reati di rapina, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. La donna è accusata di aver rapinato un negozio e dopo essere stata rintracciata dagli agenti ha opposto resistenza. 

Nel pomeriggio di sabato scorso la commessa del negozio ha richiesto l'intervento delle forze dell'ordine tramite il numero di emergenza, 112, e agli operatori ha riferito del furto, di alcuni vestiti, compiuto da una donna di circa trent'anni che si era data alla fuga verso la “città vecchia”.

Immediatamente un equipaggio della squadra volante si è messo sulle sue tracce e nel contempo altri agenti hanno visionato le immagini di videosorveglianza cittadina per ricostruire il percorso della donna. 

Nel frattempo la commessa derubata ha rincorso la donna per recuperare la refurtiva, ma la rapinatrice una volta raggiunta per tenersi i beni di cui si era impossessata e per garantirsi l’impunità ha puntato un coltello al volto della commessa che per lo spavento è scappata. 

Dopo aver ripercorso i passi compiuti dalla rapinatrice e aver acquisito ogni dettaglio utile alla sua identificazione, grazie sia alla descrizione resa e ad alcuni fotogrammi estrapolati dalle telecamere di videosorveglianza, un agente della volante con grande esperienza ha riconosciuto la 34enne di origini romene, già nota alle forze dell’ordine.

Grazie alle ricerche compiute, la donna è stata ritrovata ancora in possesso del coltello usato contro la commessa e i vestiti nell’esercizio commerciale. Durante la prima fase di identificazione la donna mostrava un atteggiamento fortemente violento e ha aggredito gli agenti con schiaffi e ne ha graffiato uno più volte al collo. La merce è stata subito restituita alla proprietaria. 

In questo caso un plauso va alla tempestività della commessa che ha fornito dettagli importanti riguardo l’abbigliamento e i tratti somatici; tutti elementi che hanno permesso agli operatori altrettanto tempestivi e scaltri di individuare la donna grazie anche all’”occhio” delle telecamere che anche in questa circostanza sono state essenziali per individuarla, il luogo in cui si trovava e la strada percorsa.

A seguito dell’udienza di convalida, che si è tenuta stamani, l’arresto è stato convalidato ed è stata disposta la misura dell’obbligo di firma, in attesa della successiva udienza.

Angela Panzera

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium