/ Attualità

Attualità | 03 luglio 2021, 12:00

Fondi per l'alluvione di ottobre 2020, in arrivo per la provincia di Imperia oltre 38 milioni di euro: ecco tutte le cifre destinate ai vari Comuni

Una vera "boccata d'ossigeno" per i centri colpiti dal maltempo ed in particolare per la valle Argentina, Arroscia e il ventimigliese. Si tratta delle somme urgenze, ma i sindaci adesso attendono quelle per la messa in sicurezza del territorio

Fondi per l'alluvione di ottobre 2020, in arrivo per la provincia di Imperia oltre 38 milioni di euro: ecco tutte le cifre destinate ai vari Comuni

Dopo le somme arrivate nei mesi scorsi adesso il Governo - per i danni dell’alluvione che ha devastato la provincia di Imperia nell’ottobre scorso - prevede lo stanziamento di 38 milioni e 800 mila euro. Di questi sei milioni sono di “accantonamento” per privati e attività produttive e 570 mila euro serviranno per la difesa e salvaguardia dei pozzi del Roja mentre la restante parte, la più consistente, servirà a ristorare i vari comuni. Si tratta quindi del completamento dei fondi delle cosiddette somme urgenze che attraverso la Protezione civile verranno devoluti alle amministrazioni comunali imperiesi.

Ieri infatti, si è svolta una conferenza tra i sindaci del ponente ligure e l’assessore regionale, con delega alla protezione civile, Giacomo Giampedrone, dove è stato fatto il punto sulla situazione dove soprattutto sono stati definiti i criteri di ripartizione. 

In Valle Arroscia 1 milione e 230 mila euro sono destinati a Pieve di Teco, 1 milione e 200 mila a Montegrosso Pian Latte, a Rezzo 1 milione e 300 mila,  Mendatica 3 milioni e 100, Aquila d'Arroscia 399.500 euro, Armo 383.300 euro, Borghetto d'Arroscia 112.032, Cosio d'Arroscia 594.500, Ranzo 225 mila e Vessalico 528.674.

“Finalmente arrivano i ristori delle somme urgenze - ha dichiarato il sindaco di Pieve Alessandro Alessandri, neo presidente del parco delle Alpi Liguri- ed è per questo che ringraziamo l’Assessore Giampedrone per l'attività di coordinamento. Questi fondi sono relativi al ripristino dei danni subiti in seguito all’alluvione. Adesso, però attendiamo anche che lo Stato stanzi quelli per la messa in sicurezza del territorio. Queste ulteriori somme permetteranno ai Comuni di approntare azioni di prevenzione e di conseguenza di impedire che si verifichi quanto avvenuto nell’ottobre scorso. Dobbiamo puntare infatti sulla prevenzione per tutelare davvero il nostro comprensorio e le nostre comunità”. 

Anche per i comuni della valle Argentina si tratta di una boccata d'ossigeno importante. Questa è la zona più colpita nell'alluvione di ottobre, tra i danni alla strada provinciale (di competenza della Provincia ndr), unica via di collegamento ai borghi rimasti isolati per settimane e poi tutte le problematiche che hanno lasciato letteralmente i paesi in ginocchio, con cicatrici ancora oggi ben visibili. In totale su questa porzione di territorio arriveranno poco meno di 12milioni di euro (11.887.678,8 ndr) così ripartiti: 1.636.678,80 per Taggia; 2.083.500 per Badalucco; 400.500 per Montalto Carpasio; 4.500.000 per Molini di Triora (la cifra più alta tra i comuni della provincia di Imperia ndr); 3.267.000 per Triora. La cifra non copre ovviamente tutti i danni subiti, se si considera che la sola Molini di Triora aveva presentato somme urgenze per oltre 13milioni di euro ma si tratta di un ulteriore aiuto e una speranza per la ripartenza del territorio.

I fondi hanno riguardato anche il dianese ed in particolare a Diano Marina sono destinati 224 mila e 994 euro, Diano San Pietro 31.045, Cervo 229.310. Invece per Imperia 917.935, Pontedassio 747 mila, Chiusanico 126.450, Dolcedo 54 mila, Prelà 20 mila, Vasia 94.357 e Santo Stefano al Mare 235.700.

Oltre ai Comuni citati, i contributi sono destinati ad Airole 53.236 euro, Aurigo 20 mila euro, Camporosso 27 mila euro, Castelvittorio 67.500 euro, Ceriana 846.500 euro, Cipressa 477.800, Isolabona 12 mila, Ospedaletti 175.500, Perinaldo 63 mila, Rocchetta Nervina 274.500, Riva Ligure 202.500,  Vallebona 27 mila, Vallecrosia 96.030 ed infine a Ventimiglia 1 milione. All'Amministrazione provinciale arriveranno circa 1 milione e mezzo di euro mentre un altro milione è stato destinato alla Regione, sempre per interventi in provincia di Imperia.

Ci vorrà circa un mese per avere materialmente i fondi a disposizione e, di conseguenza, gli interventi per la maggiorparte dei comuni dovrebbero partire entro la fine di agosto. 

 

Angela Panzera

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium