Elezioni comune di Diano Marina

 / Attualità

Attualità | 02 luglio 2021, 17:45

Confronto Toti-Sindacati sulla sanità in Asl 1: punto focale il progetto di ripartenza dopo il Covid (Video)

Il Governatore ha anche approfittato della presenza delle organizzazioni sindacali, per ringraziare tutti gli operatori della sanità, per il grande sforzo fatto in questi difficilissimi mesi.

Confronto Toti-Sindacati sulla sanità in Asl 1: punto focale il progetto di ripartenza dopo il Covid (Video)

Si è svolto questo pomeriggio, nella sede dell’Asl 1 Imperiese, un incontro tra il Presidente della Regione (e Assessore alla Sanità), Giovanni Toti, e i sindacati, per illustrare a grandi linee un piano di ripartenza dopo il Covid, per la sanità in Liguria.

Il Governatore ha anche approfittato della presenza delle organizzazioni sindacali, per ringraziare tutti gli operatori della sanità, per il grande sforzo fatto in questi difficilissimi mesi. “Entro luglio dobbiamo partire con un piano ambizioso di riduzione delle liste – ha detto Toti – ma anche di apertura della diagnostica e implementare l’offerta sanitaria, come l’affidamento ai privati di Bordighera e l’apertura del Pronto Soccorso ma anche aumentare le prestazioni degli stabilimenti di Imperia e Sanremo. Continueremo a confrontarci in un percorso a tappe, che andrà avanti per 5 anni con tutto l’effetto del Pnnr sul sistema sanitario. L’obiettivo è ambizioso per utilizzare al meglio le risorse della sanità”.

Ieri sera un accenno all’ospedale unico, nel corso dell’incontro di Ventimiglia. Ne avete parlato anche oggi? “E’ un’opera attesa e stiamo lavorando per la variante urbanistica di Taggia. Penso che, nei prossimi 6 mesi si potranno definire molte cose, compreso un piano strutturale per le variante Aurelia, fondamentali per la viabilità”.

Claudio Bosio, segretario della Cisl ha inquadrato in questo modo l’incontro di questo pomeriggio: “Abbiamo fatto il punto sui progetti e sui problemi socio-sanitari della provincia di Imperia. Ovviamente dell’ospedale unico e di quello di Bordighera, senza dimenticare i palasalute, l’organico e le liste d’attesa. Noi siamo preoccupati perché, nell’imperiese sul tema sanità negli ultimi 10 anni abbiamo sofferto molto. La carenza di specialisti e i problemi dei concorsi portano a spostamenti dei pazienti verso le altre regioni. Per l’Ospedale unico siamo favorevoli che deve però essere innovativa e non la sommatoria di tre ospedali. Abbiamo fatto una puntualizzazione sui pronto soccorso e sui tempi di percorrenza sulle strade, l’Aurelia bis soprattutto”.

Mirella Speranza (Uil) ha invece accolto con favore la notizia riguardante l’ospedale di Bordighera: “Quella arrivata ieri è una buona notizia, visto che c’è l’intenzione di partire con questo ospedale, anche dopo molte notizie che ci hanno fatto preoccupare. Arriveranno sicuramente i privati ma a condizioni precise, che riguardano una strutturazione importante per dare risposte al territorio. Non è stata abbandonata l’idea del pronto soccorso, tema che preoccupava tutto il territorio. Credo che ci si possa ritenere soddisfatti, anche se ci dovranno essere nuovi incontri sul personale, per fare un ragionamento perché di risorse c’è bisogno su tutto il territorio”.

Carlo Alessi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium