/ Attualità

Attualità | 10 agosto 2020, 23:16

Imperia: il Presidente della Regione Toti e il Sindaco Scajola hanno inaugurato la nuova passeggiata a mare di Oneglia (Foto e Video)

Le opere, per un importo di 3 milioni e 800mila euro, hanno previsto la ricostruzione del molo, devastato dalla mareggiata dell’ottobre 2018, e il nuovo piazzale Cristino, che ha da stasera 370 posti auto, a fronte dei 245 che c'erano in precedenza

Imperia: il Presidente della Regione Toti e il Sindaco Scajola hanno inaugurato la nuova passeggiata a mare di Oneglia (Foto e Video)

E’ stata inaugurata questa sera la nuova passeggiata a mare a Imperia, con la riapertura del molo lungo di Oneglia, a seguito dei lavori di ripristino, avviati il 30 ottobre scorso. Le opere, per un importo di 3 milioni e 800mila euro, hanno previsto la ricostruzione del molo, devastato dalla mareggiata dell’ottobre 2018.

I lavori di messa in sicurezza hanno anche permesso di ampliare lo spazio per la sosta su piazzale Cristino, che sale così a 370 posti. Presenti centinaia di persone che hanno assistito alla cerimonia del taglio del nastro e hanno potuto attraversare per la prima volta la nuova passeggiata del mare, come è stata ribattezzata dal sindaco Claudio Scajola, presente insieme al presidente della regione Giovanni Toti.

"E' il simbolo di come un'avversità si possa trasformare in una opportunità", ha detto Scajola, che per quanto riguarda le caratteristiche del molo, ha spiegato: "E' stato un investimento di 3 milioni 800mila euro, somme stanziate dal governo, ma grazie alla priorità individuata dal commissario di governo per l'emergenza, che è Giovanni Toti, e che ringraziamo. Abbiamo visto e apprezzato il lavoro delle maestranze, e dobbiamo dargli un grande grazie, perché le imprese, le maestranze, i tecnici hanno portato avanti questo lavoro giorno e notte, anche sotto il sole cocente, perché si potesse riuscire a raggiungere il traguardo di riaprire la passeggiata nel mare nella notte di San Lorenzo, che vuol dire la speranza di poter ricominciare. L'area di piazzale Cristino aveva uno spazio usufruibile di poco più di 7000 metri quadri, da stasera sono 10000 metri quadri. Prima i posti auto disegnati erano 245, stasera sono 370 posti auto allargati nelle dimensioni a 2,50 metri, uno spazio talmente vasto che ci permetterà di fare manifestazioni importanti, perché non c'è un'area così disponibile, attrezzata e in posizione strategica e in possibilità di vista e di veduta per fare grandi manifestazioni che potremo fare in quest'area. L'illuminazione era di otto fari, stasera vedrete che sono sedici, sul molo ci sono 19 pali a led con una bella luce blu sulla testa".

Nell'area è installato un sistema di videosorveglianza con sedici telecamere. "Poiché ahimè gli sciocchi continuano a esistere al mondo, - ha detto Scajola - e abbiamo avuto anche dei vandali durante i lavori, abbiamo dovuto farlo, e credo che sarà necessario anche farlo in altre parti della città, abbiamo installato sedici telecamere di grande potenza, che riusciranno forse a levarci un po' di privacy, ma a garantirci di difenderci dagli sciocchi che circolano ancora. Abbiamo realizzato una pista ciclabile, perché questa nostra terra con la grande pista ciclabile che ci collegherà con Diano Marina, fino a Ospedaletti, con visioni molto belle nel loro percorso, dobbiamo diramarla a pettine su altre aree, e quindi a pettine si potrà andare anche sulla pista ciclabile che ci porta alla cima del molo".



Scajola ha poi rivendicato il maggior decoro alle aiuole, al verde, alle luci, anche in mare, "per cercare di rendere più gradevole la nostra vita, la nostra possibilità di stare passeggiando insieme agli altri". Un'altra novità importante deve essere ancora posizionata, ovvero la statua di una sirena, in stile Copenaghen: "Una grande scultura di bronzo di una sirena che sarà messa dove era la punta del molo antico, a simboleggiare come la sirena, rivolta verso il mare apra la città a tutti coloro che vogliono venire ad ammirare le nostre bellezze", ha detto Scajola, che in conclusione ha aggiunto: "Nel modello Liguria c'è il modello Imperia, quello di posarci con la nostra attenzione sulla competenza, riuscire a far capire sempre di più che abbiamo bisogno di competenza per far crescere l'Italia".

"Arriveranno molti soldi - ha aggiunto il sindaco rivolgendosi a Toti - dall'Europa, cifre mai viste, superiori di cinque volte a quelle del piano Marshall del dopoguerra, che gli americani fecero all'Italia, speriamo di essere capaci a spenderli bene e di riuscire, con una buona convergenza tra Regione e Comune di Imperia, di utilizzarli al meglio per la crescita economica del nostro territorio. Sono convinto che se ci basiamo sui buoni progetti, le competenze e le persone riusciremo in questo risultato". Toti ha detto: "Ricordo il giorno che sono venuto qua a vedere il molo danneggiato dalla grande mareggiata dell'autunno 2018 e non era scontato essere qua stasera a inaugurare l'opera. Vuol dire non solo aver trovato i soldi, ma averli messi a frutto in un tempo molto breve ed efficace, il che non sempre accade nel nostro paese, anzi".

L'intervento di Toti è stato interrotto da un uomo che si è presentato come una persona che ha lavorato nel ponte Morandi "una vita", e che ha chiesto al presidente della Regione di adoperarsi perché i colpevoli del crollo del 14 agosto di due anni fa non rimangano impuniti. Toti ha spiegato che la giustizia la fanno i tribunali, e poco dopo l'uomo è stato fatto allontanare dagli agenti della questura.

"In questo paese - ha ripreso Toti - molto spesso abbiamo i soldi per fare le cose, ma non abbiamo la capacità di farle nei tempi in cui i cittadini se l'aspettano. Oggi qua abbiamo la possibilità di inaugurare un'opera fatta in tempi molto rapidi e questa credo sia la cifra che abbiamo messo in piedi in quello che si definisce il sistema Liguria, il ponte Morandi, il molo che inauguriamo stasera, il molo di Santa Margherita, tutto quello che abbiamo in questi anni fatto è stato fatto non solo con le risorse che abbiamo trovato, ma anche con la rapidità che era necessario fare. Credo che oggi celebriamo l'apertura di un'opera che spero possa portare ricchezza alla città, qualità della vita ai suoi cittadini, una riqualificazione di un'area splendida, ma oggi celebriamo anche la capacità di un sistema di mettere a buon frutto le risorse dei cittadini e per una volta abbiamo l'orgoglio di dire che li abbiamo spesi bene e in fretta, e questo credo non sempre si possa dire".

All'inaugurazione erano presenti, tra gli altri, anche diversi membri della giunta e del consiglio comunale di Imperia, oltre che candidati alle regionali come l'attuale assessore della giunta Toti Marco Scajola, il presidente di Polis Luigi Sappa, il coordinatore regionale di Fratelli d'Italia Massimiliano Iacobucci e l'ex assessore comunale, candidata per Fratelli d'Italia, Sara Serafini.

Francesco Li Noce

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium