/ Attualità

Attualità | 10 luglio 2020, 18:45

Ventimiglia: dopo sei anni la frazione di Bevera ha il suo nuovo ponte ed esce dall'isolamento (Foto e Video)

Un mese dopo il crollo il ponente viene demolito e avviata la progettazione. Un lungo iter, come purtroppo spesso accade nel nostro paese. Soprattutto per la ricerca dei finanziamenti, con un costo di circa 3 milioni di euro, di cui uno stanziato dal Comune, che dovette rinunciare ad altre opere sul territorio.

Ventimiglia: dopo sei anni la frazione di Bevera ha il suo nuovo ponte ed esce dall'isolamento (Foto e Video)

Il maltempo crea sempre gravi problematiche alle infrastrutture e, purtroppo, la nostra è una provincia che ha subito danni per le intemperie che si abbattono regolarmente.

Sei anni fa era toccato alla frazione di Bevera, a Ventimiglia, quasi isolata per il crollo del ponte, che ha costretto i residenti a fare un lungo giro per arrivare alle rispettive abitazioni. Il crollo risale al novembre 2014 e, in quel periodo il Sindaco era Enrico Ioculano che, tra l’altro, in quel momento non poteva sapere che, pochi mesi dopo, sarebbe stato colpito anche dall’emergenza migranti.

Un mese dopo il crollo il ponte viene demolito e avviata la progettazione. Un lungo iter, come purtroppo spesso accade nel nostro paese. Soprattutto per la ricerca dei finanziamenti, con un costo di circa 3 milioni di euro, di cui uno stanziato dal Comune, che dovette rinunciare ad altre opere sul territorio. Problemi si sono vissuti anche per il cambio del codice degli appalti, le gare di affidamento per ogni fase di progettazione e verifica, i permessi e la bonifica del genio militare.

Il Sindaco di Ventimiglia, Gaetano Scullino ha scherzato sulle inaugurazioni sue e dell'ex primo cittadino Ioculano: "Enrico avevi inaugurato tu 6 opere messe in atto dalla mia precedente Amministrazione e ora tocca a me, quindi siamo ancora 6-1 per te. A parte gli scherzi finalmente abbiamo concretizzato un'opera che è stata costruita in un anno. E' un'opera importante per collegare una zona franca urbana, di grande interesse con uno sviluppo economico che garantirà 2.000 posti di lavoro". Scullino ha infine confermato che appoggerà Toti alle Regionali: "Non tanto per le affinità politiche, quanto per i 5 anni di governo regionale di grande impegno e quindi merita di essere confermato".

Oggi, alla presenza dell’attuale Amministrazione e di quella di allora, finalmente l’inaugurazione insieme al Governatore regionale, Giovanni Toti. I residenti di Bevera, finalmente, hanno il loro ponte. Oltre al governatore erano presenti gli assessori regionali Marco Scajola (Urbanistica), Gianni Berrino (Turismo) e Sonia Viale (Sanità); per il il nuovo ponte di Bevera la Giunta regionale nel 2016 ha stanziato oltre 2 milioni di euro. “Questo ponte era una promessa che avevamo agli abitanti e oggi mantenuta - ha affermato il presidente Toti. Abbiamo stanziato i fondi già nel 2016, ci sono voluti 4 anni per realizzarlo perché, ahimè, in Italia mai nulla è facile e veloce ma finalmente ci siamo riusciti. Rientra nei molti “rammendi” di cui il nostro territorio ha bisogno, ha concluso, per far vivere più sicuri i cittadini e magari anche un po' più comodi”.

Il presidente della Regione ha confermato i quasi 16 milioni di euro per interventi di valorizzazione del territorio in grado di generare un investimento complessivo di 25 milioni di euro. Sono stati stanziati oggi dalla giunta regionale su proposta dell’assessore alle Infrastrutture Giacomo Giampedrone. Sono 13 gli interventi previsti, distribuiti su tutto il territorio regionale grazie a risorse che dovranno servire ai Comuni per la realizzazione di progetti infrastrutturali di riconversione, valorizzazione del territorio e di ripristino della viabilità. 

Cinque sono gli interventi che verranno finanziati in provincia di Imperia, due nel Savonese, tre a Genova e tre nello spezzino.

Nel Comune di Ventimiglia sono previsti tre interventi per un investimento complessivo di 6 milioni e 400mila euro, di cui oltre 5 milioni di euro di contributo regionale e il resto derivante da il cofinanziamento del Comune, per la realizzazione di tre parcheggi pubblici in diverse aree ferroviarie dismesse da Ferrovie dello Stato, in prossimità della stazione e cedute all’Amministrazione nell’ambito dell’accordo di programma per la riconversione del parco ferroviario del fiume Roja. Nel Comune di Taggia è previsto un intervento per un investimento complessivo di 4,8 milioni di euro di cui 1,5 milioni di finanziamento regionale per la realizzazione del completamento e della valorizzazione della struttura destinata a parcheggio, presso la ex stazione ferroviaria di Arma di Taggia.

Nel Comune di Ospedaletti è previsto un intervento per un investimento complessivo di 700mila euro di cui 500mila di finanziamento regionale, per la realizzazione del progetto di completamento della pista ciclopedonale di lungo mare del parco costiero del ponente ligure.

“Si tratta di interventi attesi da tempo dalla cittadinanza e dagli amministratori locali – spiegano il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti e l’assessore alle infrastrutture Giacomo Giampedrone - Un importante stanziamento regionale, tramite il Fondo strategico, uno straordinario sforzo economico per dare risposte significative per lavori fondamentali dal punto di vista infrastrutturale, emergenziale, di riqualificazione urbana ed edilizia scolastica. Un segnale di attenzione da parte di questa giunta che investe quasi 16 milioni per 13 interventi, tra ponente e levante, sparsi in diversi territori della Liguria”.

Carlo Alessi

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium