/ Eventi

Eventi | 26 agosto 2010, 09:51

Bajardo: domenica prossima si chiudere la mostra personale di Dino Gambetta

Con la presenza dell’artista e curatore della mostra Dino Gambetta, il musicista e cantante Salvatore Salogno proporrà al pubblico un repertorio di canzoni liberamente ispirate al bosco ed ai suoi abitanti, tema che è stato interpretato nelle opere realizzate dall’artista con grande originalità ed impegno.

Bajardo: domenica prossima si chiudere la mostra personale di Dino Gambetta

Con lo spettacolo 'Canzoni e immagini del bosco', a cura del musicista Salvatore Salogno si chiuderà domenica alle 17.30  la mostra “Il bosco racconta” di Dino Gambetta in corso di svolgimento presso la casa del Ghirosveglio in piazza De Sonnaz a Bajardo.

Con la presenza dell’artista e curatore della mostra Dino Gambetta, il musicista e cantante Salvatore Salogno proporrà al pubblico un repertorio di canzoni liberamente ispirate al bosco ed ai suoi abitanti, tema che è stato interpretato nelle opere realizzate dall’artista con grande originalità ed impegno. Il meraviglioso mondo della magia del bosco ha stupito ed emozionato i numerosi visitatori, che hanno potuto ammirare le diverse opere, tra cui un nano birichino in ceramica posto all’ingresso in compagnia di un attento gufo in ferro battuto. Protagonisti di fiabe e leggende, riprodotti con ceramica e ferro battuto, insieme a tanti animali selvatici e addomesticati, disegnati con tecniche diverse e complesse, durante questa estate hanno affascinato i giovani ed i meno giovani visitatori.

Molto apprezzati alcuni pezzi davvero straordinari come l’orto sotto vetro, un piatto in ceramica con una famiglia di elfi ed una bellissima rana verde con gli occhi grandi e aperti. Grande soddisfazione è stata espressa da Paola Bergamini, responsabile del Ghirosveglio e promotrice di un’iniziativa, che ha saputo catturare l'interesse di esperti, ma anche di curiosi e appassionati. “Il successo di questa mostra – aggiunge Paola Bergamini -  e di quella dedicata ad  Antonio Rubin, che si è chiusa domenica scorsa, dimostrano che il comune di Bajardo con la sua dimensione artistica può rappresentare una tappa significativa degli itinerari culturali del ponente ligure e del suo entroterra. Questi successi ci invogliano a proseguire su questa strada ed a lavorare con maggiore impegno alle prossime iniziative".

Dino Gambetta, è nato ad Albisola nel 1954 ed ha iniziato giovanissimo a frequentare l’ambiente artistico della città.  Ha esposto per la prima volta nel 1977 e dopo diverse mostre collettive e personali  ha partecipato e vinto al Concorso nazionale indetto dalla Confagricoltura realizzando dei grandi pannelli in ceramica per la sede nazionale di Palazzo Fortuny  a Roma. Ha esposto nelle principali città italiane ed anche all’estero. Le sue opere sono oggi presenti in numerose collezioni pubbliche e private italiane della comunità europea. Spazia con semplicità ed ironia nelle più varie tecniche pittoriche utilizzando materiali diversi come la ceramica, il vetro fuso,  il legno, il ferro,  la cartapesta e la stoffa. Ha realizzato giocattoli, giochi e fischietti in terracotta, scrive racconti per bambini ed ha ottenuto molti premi e riconoscimenti, fra cui recentemente il premio Concorso Nazionale d’Arte Popolare di Albissola.

Claudio Porchia

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium