/ FESTIVAL DI SANREMO

FESTIVAL DI SANREMO | 09 febbraio 2019, 13:56

#Sanremo2019: il Festival corale di Claudio Baglioni "La giuria d'onore? Una consuetudine che potrebbe cambiare"

Claudio Baglioni sorride in sala stampa. I risultati delle quarta serata premiano il lavoro del dirottatore artistico.

Claudio Baglioni e Teresa De Santis (Foto di Duilio Rizzo)

Claudio Baglioni e Teresa De Santis (Foto di Duilio Rizzo)

“Davanti alla tv non ci sono i telemorenti ma i televiventi. Se all’1.30 di notte ci sono ancora due milioni di italiani che seguono il Festival ci fa capire che l’interesse intorno alla manifestazione è molto grande”.  

Claudio Baglioni sorride in sala stampa. I risultati delle quarta serata premiano il lavoro del dirottatore artistico. L’armonia, obiettivo di questa 69ma edizione si respira al Roof ed è simbolicamente rappresentata dalla consegna dell’ennesimo e sempre più grande bouquet alla direttrice di Rai1 Teresa De Santis.  

“Stiamo pensando di aprire un negozio” dice scherzando Baglioni dopo aver omaggiato la direttrice di Ra1. Poi, tornando sulla puntata di ieri ha detto: “Come musicista sono molto contento della serata di ieri, nello spirito di questo Festival c’è il fatto che non ci sia più divisone e differenza tra l’essere ospiti e partecipanti in gara.

Alcuni pregiudizi stanno candendo attorno alla manifestazione - ha spiegato Baglioni - ho avuto modo di parlare con alcuni dei colleghi musicisti al Dopofestival, dicono di trovarsi a loro agio e respirare un’aria rilassata. Questa coralità di intenti mi fa piacere, si sente che il contributo di tutti è per illustrare al meglio quello che è il contenuto della nostra espressione di oggi. Ieri ci sono stati dei momento emozionanti anche insoliti”.  

Il direttore artistico è intervenuto anche sul ruolo della giuria d’onore composta dal Presidente Mauro Pagani, Ferzan Ozpetek, Camila Raznovic, Claudia Pandolfi, Elena Sofia Ricci, Beppe Severgnini, Serena Dandini e Joe Bastianich.

“La giuria di esperti è un elemento del Festival che ho ereditato, non so bene chi l’abbia inventato - ha aggiunto Baglioni - È difficile trovare una giuria d’onore. Il sistema di scelta sta intanto nel vedere quelli che ci vogliono venire e poi riguarda persone che sono fuori dall’ambito strettamente discografico e hanno una sufficiente preparazione, attitudine al sapere musicale. Ringrazio chi è venuto quest’anno.  È una consuetudine del Festival che potrebbe essere cambiata in qualche prossima edizione”

 

Silvia Iuliano

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium