/ EVENTI

Che tempo fa

Cerca nel web

EVENTI | 03 aprile 2015, 08:23

Sanremo: la comunità romeno ortodossa si avvicina alla Pasqua, domenica via alla settimana santa

“Durante la Quaresima i fedeli hanno osservato un digiuno particolare, con una dieta costituita in prevalenza da verdure. Al termine dei 40 giorni la comunità festeggia l’inizio della settimana Santa, che cadrà la prossima domenica e che rappresenta l’equivalente della Domenica delle Palme, pianta che non essendo presente in Romania, viene abitualmente sostituite da ulivo o salice” ci spiega Padre Claudiu Mihai, parroco ortodosso della chiesa di Sanremo.

Sanremo: la comunità romeno ortodossa si avvicina alla Pasqua, domenica via alla settimana santa

La comunità romeno ortodossa di Sanremo festeggerà la Pasqua con una settimana di ritardo rispetto ai cattolici, seguendo il calendario giuliano. “Durante la Quaresima i fedeli hanno osservato un digiuno particolare, con una dieta costituita in prevalenza da verdure. Al termine dei 40 giorni la comunità festeggia l’inizio della settimana Santa, che cadrà la prossima domenica e che rappresenta l’equivalente della Domenica delle Palme, pianta che non essendo presente in Romania, viene abitualmente sostituite da ulivo o salice” ci spiega Padre Claudiu Mihai, parroco ortodosso della chiesa di Sanremo.

Durante ogni sera della Settimana Santa, a partire dalle ore 19.30 nella parrocchia ortodossa  di San Cirillo e Metodio in Corso Cavallotti, sono previste celebrazioni speciali che richiamano episodi della vita di Gesù. Durante il giovedì Santo avrà luogo la liturgia dell’ultima cena, mentre venerdì si procederà all’esposizione dell’icona della sepoltura e alla relativa processione.

Nella notte fra sabato e domenica i fedeli parteciperanno alla Celebrazione della luce: una veglia di preghiera, aspettando la luce della resurrezione di Gesù. La domenica di Pasqua, fissata per il giorno 12 aprile, dopo la tradizionale celebrazione con la lettura del Vangelo in 12 lingue, come era abitudine di Costantinopoli, e la recita dei bambini, la parrocchia offrirà il pranzo pasquale ai fedeli. Pare tutto pronto per una Buona Pasqua, o come dicono i romeni: Paște fericit!

Stefania Orengo

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium