ELEZIONI COMUNE DI SANREMO
 / Eventi

Eventi | 22 ottobre 2022, 14:38

45° Tenco: è il giorno del gran finale con Baglioni e Concato, il cantautore russo Jurij Ševcuk non ritirerà il Premio Yorum per timore dell’esilio

Il rocker russo è stato incriminato per le sue esternazioni pubbliche contro il governo di Putin

Le immagini dalla sede del Club Tenco

Le immagini dalla sede del Club Tenco

È il giorno del gran finale per il 45° Premio Tenco, l’edizione che segna i 50 anni del Club.
Questa sera sul palco dell’Ariston salirà una leggenda della canzone italiana come Claudio Baglioni, icona generazionale che a Sanremo ha vissuto anche l’esperienza di direttore artistico del Festival. E poi Fabio Concato, Bénabar, Djelem Do Mar ed Erica Mou.

Stasera avrò il piacere di cantare al Tenco una canzone nuovissima…“Domenica bestiale” - ha dichiarato questa mattina in conferenza stampa Fabio Concato - ha compiuto 40 anni e volevo omaggiarla siccome li ha raggiunti molto bene, ha resistito agli urti del passare del tempo”.

Le Djelem Do Mar racconteranno la loro canzone frutto dell’unione di dieci lingue diverse, un progetto nato “attraversando diversi mari”. “Questo è stato il nostro impulso, parlare di popoli e di culture attraverso il nostro background - hanno detto questa mattina - siamo state colpite dagli elementi di diversità”.

Non sarà a Sanremo, invece, il cantautore russo Jurij Ševcuk che avrebbe dovuto ritirare il Premio Yorum dedicato all'omonima band turca perseguitata dal regime di Erdogan. Ševcuk è sempre stato oppositore del governo Putin ed è al momento incriminato per aver dichiarato durante un concerto che “la patria non è il culo del presidente da leccare”. Per ora è andato incontro solamente a una multa, ma teme che le sue posizioni contro il governo e contro la guerra in Ucraina possano provocargli l’esilio.

Jurij Ševcuk ha affidato a un video la propria gratitudine per il Club Tenco



In attesa della serata conclusiva all’Ariston, alle 15.30, sempre nella sede, la presentazione del libro “Cinquanta” di Renzo Chiesa, a seguire la presentazione del libro-mostra “Arte a 33 giri” di Vincenzo Sanfo. Alle 18 ci si sposterà nella Pigna alla chiesa di Santa Brigida per “Eileen Rose – I Premi Tenco nordamericani” con la cantautrice americana che interpreterà i brani dei Premi Tenco americani del passato accompagnata da Rich Gilbert e Riccardo Maccabruni. Alle 21, infine, l’appuntamento al Teatro Ariston per l’ultima serata con  Claudio Baglioni, Bénabar, Fabio Concato, Djelem Do Mar ed Erica Mou. Non ci sarà il rocker russo Jurij Ševcuk che ha motivato così la propria assenza: “Purtroppo non siamo riusciti a venire per partecipare di persona alla premiazione. Perdonateci. È in corso una guerra. Stanno morendo esseri umani. La cultura ne soffre, quelli più in difficoltà oggi sono le persone che svolgono lavori intellettuali, sottoposte a durissime censure e persecuzioni”.

Pietro Zampedroni

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A APRILE?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium