ELEZIONI COMUNE DI TAGGIA
 / Attualità

Attualità | 24 gennaio 2022, 14:21

Giornata mondiale delle comunicazioni sociali, il vescovo di Albenga-Imperia Borghetti: “Viviamo un tempo complesso"

Questa mattina presso il seminario vescovile di Albenga, il vescovo ha ricevuto i giornalisti del territorio: "Come tutte le crisi, va usata per migliorare”

Maria Gramaglia

Maria Gramaglia

In occasione della festa di san Francesco di Sales, patrono dei giornalisti, il vescovo della diocesi di Albenga-Imperia Guglielmo Borghetti ha incontrato, come consuetudine, i giornalisti del territorio.

L’incontro, che si è tenuto presso il seminario vescovile di Albenga, ha visto il vescovo spiegare per sommi capi l’attività della diocesi negli ultimi 12 mesi. Di particolare importanza, il risanamento economico delle casse diocesane, con un netto miglioramento, e l’attività di restauro e ristrutturazione volta a garantire la tutela dei beni artistici e culturali, molti dei quali fruibili, ad esempio, attraverso le visite al Museo Diocesiano ingauno, che nel 2019 aveva avuto un espoit di visite superando le 10mila, mentre nel 2021, scontando le problematiche dovute alle limitazioni per il contenimento del Covid-19, hanno sfiorato le 5mila visite.

Un anno sicuramente difficile, caratterizzato ancora dalla pandemia, in cui anche il mondo ecclesiale appare segnato dalla sofferenza, ma, come evidenziato da Borghetti “questo tempo complesso va utilizzato per riflettere, pensare, perché le crisi vanno usate per migliorare e migliorarsi”.

Un anno di chiese semivuote, sia per ottemperare alle normative anti-Covid, sia per la crisi della fede, già realtà prima che il virus si impadronisse del mondo. Crisi che coinvolge in modo particolare i giovani che, se da una parte hanno sfruttato l’avanguardia tecnologica per restare in contatto e riunirsi virtualmente, anche durante i lockdown, dall’altra ha forse aumentato distanze e  vuoto, “che fa paura e preoccupa”, come commentato dal vescovo.

Una crisi che vede anche la nomina di nuovi sacerdoti. Nel 2021 sono stati nominati diaconi solo 2 seminaristi, che dovrebbero diventare sacerdoti nell’anno in corso. Ma la diocesi ha comunque un buon numero di preti, , assicura Borghetti: “136 in totale, in un territorio di circa 174mila abitanti”.

Quest’anno, per la 56esima giornata mondiale delle comunicazioni sociali, il Santo Padre Francesco ha diffuso un messaggio la cui parola chiave è ASCOLTO,  dopo aver riflettuto nel 2021 sulla necessità di “andare e vedere” per scoprire la realtà e poterla raccontare a partire dall’esperienza degli eventi e dall’incontro con le persone. “Proseguendo in questa linea – si legge nel messaggio di Papa Bergoglio -  desidero ora porre l’attenzione su un altro verbo, ‘ascoltare’, decisivo nella grammatica della comunicazione e condizione di un autentico dialogo”.

Tutti abbiamo le orecchie – continua il messaggio di Francesco - ma tante volte anche chi ha un udito perfetto non riesce ad ascoltare l’altro. C’è infatti una sordità interiore, peggiore di quella fisica. L’ascolto, infatti, non riguarda solo il senso dell’udito, ma tutta la persona. La vera sede dell’ascolto è il cuore”.

Ascoltare, prima di parlare, come esorta l’apostolo Giacomo: ‘Ognuno sia pronto ad ascoltare, lento a parlare’ (1,19). Dare gratuitamente un po’ del proprio tempo per ascoltare le persone è il primo gesto di carità”.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium