/ Attualità

Attualità | 12 gennaio 2022, 15:36

Bordighera: nasce la commissione speciale per il servizio idrico, Laganà “Attenzione ai sottoservizi”

Pallanca: “No a schieramenti o fazioni, c'è da tutelare un bene comune”

Bordighera: nasce la commissione speciale per il servizio idrico, Laganà “Attenzione ai sottoservizi”

Il consiglio comunale di ieri sera aveva come secondo punto all'ordine del giorno la costituzione di una commissione consiliare speciale in materia di servizio idrico integrato. Pratica che ha incassato il voto unanime dell'assise.
La commissione, presentata dal presidente Marco Farotto, sarà così costituita: a capo il sindaco Vittorio Ingenito o un suo sostituto, l'assessore Marco Laganà e i consiglieri Giacomo Pallanca, Massimiliano Bassi, Mara Lorenzi, Giovanni Ramoino oltre agli esperti esterni designati Giancarlo Ghinamo per il gruppo 'Bordighera Vince', Claudio Marchiori per 'Semplicemente Bordighera' e Stefania Rossi per 'Civicamente Bordighera', mentre si attende nei prossimi giorni il nome scelto da 'Progetto Bordighera'. Presenzierà durante gli incontri il dipendente comunale Rinaldo Ventura, in rappresentanza della categoria.

La commissione nasce da una mozione proposta dal consigliere Giacomo Pallanca e poi sottoscritta da tutti i gruppi consiliari di minoranza, con lo scopo di controllo e il sempre vivo confronto, come da regolamento previsto dal Comune.

Invito ispiratosi alla situazione del Comune di Sanremo dove i gruppi consiliari si erano dichiarati contrari all'entrata di un socio privato all'interno della gestione del servizio idrico provinciale. Documento che ebbe esito sfavorevole durante l'assise bordigotta ma che vide, in ogni caso, l'impegno del sindaco nel costituire la commissione.

I principali punti di studio riguarderanno: la transizione di Bordighera in Rivieracqua con attenzione alla rimodulazione della tariffa affinché questa non aumenti in maniera esponenziale con uno sguardo anche alle sottotariffe; un'attenta disamina di tutto il sistema idrico integrato con le giuste garanzie, da parte della società, degli interventi necessari per il sistema, quindi una pianificazione concordata degli interventi; il passaggio del personale comunale, ad oggi impegnato, in Rivieracqua e le diverse formule di tutela dei lavoratori. 

Uno dei principali attori della nuova commissione è senza dubbio Marco Laganà, che segue in prima persona anche l'assessorato dedicato proprio al Servizio Idrico Integrato e quindi incarna uno dei maggiori esperti in materia: “Darò il mio contributo come sto facendo in tutti gli altri campi, di lavori ne abbiamo fatti parecchi, speriamo manterranno come si deve tutti i sottoservizi, come è stato fatto negli anni” ha dichiarato ai nostri microfoni.

Poi le parole del consigliere di minoranza Giacomo Pallanca, appagato per l'accoglimento della sua richiesta: “Sono soddisfatto che sia stata accolta questa richiesta, siccome il passaggio di Bordighera in Rivieracqua è molto delicato, il fatto che vi sia una condivisione da parte di tutte le componenti del consiglio comunale, ognuno supportato dal proprio membro esperto, è una garanzia completa per tutta la città - ha dichiarato l'ex sindaco che ha poi concluso - non ci sono schieramenti o fazioni, c'è da tutelare un bene comune, ed è giusto che concorrano tutte le parti, ognuno con le proprie capacità e competenze al fine di raggiungere questo obiettivo”.

Diego Lombardi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium