/ Attualità

Attualità | 22 novembre 2021, 18:35

Raddoppio Finale-Andora: Giampedrone “Entro fine anno conclusa progettazione definitiva”

“Dai sindaci del territorio condivisione su opera strategica di valenza europea”

Raddoppio Finale-Andora: Giampedrone “Entro fine anno conclusa progettazione definitiva”

Si comincia a intravedere un germoglio per una delle opere più attese, ma anche più discusse e chiacchierate, dell'intera rete infrastrutturale non solo del ponente savonese e ligure, ma anche per l'intero sistema nazionale.

Parliamo del raddoppio ferroviario nella tratta tra Finale e Andora, per il quale uno dei primi passi verso la realizzazione, ovvero quello della progettazione definitiva, dovrebbe essere concluso entro fine dell'anno.

A comunicarlo è l'assessore regionale alle Infrastrutture, Giacomo Giampedrone, dopo averlo appreso durante l’incontro sullo stato dell’arte e di progettazione dal commissario straordinario per l'opera Vincenzo Macello, incontrato insieme a tutti i sindaci del territorio, alla Provincia di Savona e ai tecnici di Rete Ferroviaria Italiana.

"Da parte dei sindaci è emersa una condivisione complessiva e un interesse strategico per questa opera" commenta Giampedrone ribadendo che "si tratta di un’operazione attesa da molti anni, di rilievo non solo ligure ma nazionale ed europeo, visto che riguarda il completamento il raddoppio sulla tratta Genova-Ventimiglia, cioè la linea di collegamento con la Francia e con la Spagna".

"La nuova rete si configura quindi come un asse fondamentale per la logistica e il movimento delle merci e delle persone - aggiunge l'assessore -, oltre che come un intervento naturalmente atteso e fondamentale per tutto il territorio del savonese e i suoi cittadini, con ricadute positive sia sui tempi di spostamento sia sul numero di passeggeri che potranno usufruire del servizio”.

Il raddoppio della linea nel tratto in questione prevede 32 km di tracciato di cui 25 in galleria, a cui seguiranno la dismissione della vecchia linea e di 14 passaggi a livello, oltre che a interventi di adeguamento della viabilità. Verrà inoltre realizzata la nuova stazione di Albenga e le fermate di Alassio (in galleria), Borghetto-Ceriale-Loano e Pietra Ligure. A essere quindi dismesse sarebbero le attuali stazioni di Laigueglia, Alassio, Albenga, Ceriale, Borghetto Santo Spirito, Pietra Ligure e Borgio Verezzi.

Alcune modifiche alla viabilità avverranno infine nei comuni di Albenga, Pietra Ligure, Borghetto Santo Spirito e Andora.

"In un’ottica di attenzione al territorio - spiegano da Reti Ferroviarie - la nuova progettazione, a differenza di quanto riportato nel Progetto Preliminare del 2005, prevede che l’attività di scavo delle gallerie naturali avvenga direttamente dagli imbocchi, eliminando la necessità di utilizzare aree per le finestre laterali".

Massima attenzione è stata data dal Commissario di Governo alle esigenze dei territori attraversati dall’opera, sia dal punto di vista ambientale che viabilistico. Infatti, nella riunione di oggi - conclude Giampedrone - abbiamo già fissato una serie di incontri e appuntamenti per il prossimo futuro tra Rfi (Rete Ferroviaria Italiana), struttura commissariale, singoli comuni e struttura tecnica regionale per una valutazione tecnica puntuale di tutti gli aspetti dell’opera, già in parte affrontati nella riunione di oggi, in funzione della conclusione della progettazione definitiva”.

Già nei mesi scorsi, durante l'incontro a Imperia tra Liguria e Piemonte a cui aveva partecipato anche il ministro Mara Carfagna (leggi QUI), era emersa chiara da parte dello stesso Macello l'intenzione di completare l'opera entro cinque anni, ossia il tempo necessario per i lavori.

Ora la parola passerà quindi alla Conferenza Stato-Regioni per l'approvazione con l'ambizione, ammessa allora dal capoluogo imperiese dal commissario, di arrivare alla conclusione nel 2029.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium