/ Attualità

Attualità | 25 ottobre 2021, 13:36

Marco Canova è il nuovo presidente della Fondazione Riviera Dei Fiori Onlus

Canova subentra a Rodolfo Bosio, che è stato presidente per 15 anni, dalla costituzione dell'ente promosso dalla Compagnia di San Paolo, che continua a sostenerlo con generosità

Marco Canova

Marco Canova

Cambio al vertice della Fondazione comunitaria della Riviera dei Fiori Onlus. Nuovo presidente è Marco Canova, classe 1964, affermato commercialista di Arma di Taggia, revisore contabile e legale, curatore del Museo del Festival e amministratore unico dell'immobiliare Lima Real Estate. Precedentemente vice presidente e segretario generale della Fondazione, Marco Canova subentra a Rodolfo Bosio, che è stato presidente per 15 anni, dalla costituzione dell'ente promosso dalla Compagnia di San Paolo, che continua a sostenerlo con generosità.

Il nuovo consiglio di amministrazione, dopo aver eletto Canova presidente con 7 degli 8 voti, ha eletto vice presidenti Rodolfo Bosio e Maria Teresa Verda Scajola, che precedentemente aveva lo stesso incarico. Gli altri componenti del cda della Fondazione Riviera dei Fiori Onlus sono Lucia Baudo, Renata Carli (designata dalla Camera di commercio Riviere della Liguria), Paolo Curti (designato dalla Provincia di Imperia), Dino Durando, Antonio Federico (designato dal Vescovo di Ventimiglia-Sanremo), Matteo Lupi (designato dal Centro Servizi di Volontariato Polis) e Michele Ricci (designato dal Vescovo di Albenga-Imperia). Revisore unico è Mauro Picerno, designato dalla Provincia di Imperia.

"La Fondazione Riviera dei Fiori Onlus, che a fine novembre compie 15 anni, dall'inizio della sua attività ha aiutato oltre mille persone bisognose (anziani poveri e soli, famiglie in gravi difficoltà economiche, giovani che altrimenti avrebbero abbandonato gli studi per mancanza di risorse, vedove bianche, cooperative sociali che impiegano soggetti svantaggiati ed extracomunitari, individui che senza un sostegno avrebbero perso il lavoro), ha ripristinato e rilanciato un grande uliveto a Ceriana e, fra l'altro, ha finanziato iniziative nel campo dell'arte e della cultura.

Il tutto nella provincia di Imperia, area esclusiva di operatività della Fondazione, che agisce grazie alle risorse derivanti dal suo patrimonio, al 5x1000 e, soprattutto, ai contributi di donatori, fra i quali, recentemente, alla Fondazione Compagnia di San Paolo e alla Diocesi di Ventimiglia-Sanremo, si sono aggiunti la Biesse di Valle Armea e la Banca di Caraglio, filiale di Arma di Taggia". 

C.S.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium