/ Politica

Politica | 16 settembre 2021, 08:53

Sanremo: 'Casa Serena', interviene il PD "Dopo gli ultimi incontri la revoca alla 'My Home' sembra l'unica via possibile"

“Si tratta di un passaggio molto complesso, sia per le ricadute economiche sul bilancio comunale messo in difficoltà dal Covid, che per la tutela del servizio nella struttura che deve essere garantito.

Sanremo: 'Casa Serena', interviene il PD "Dopo gli ultimi incontri la revoca alla 'My Home' sembra l'unica via possibile"

Il Partito Democratico di Sanremo ha espresso profonda preoccupazione per la vicenda riguardante la vendita di Casa Serena, soprattutto ora che sembra molto improbabile un accordo tra la nuova proprietà e i sindacati.

“Dall'incontro tra le parti che si è tenuto martedì – evidenzia il PD - frutto anche dell’intenso lavoro di mediazione dell’amministrazione comunale, sembra infatti che non sia emerso un risultato positivo. L'atteggiamento del nuovo proprietario di fare accordi separati con diversi sindacati ed il mancato rispetto di impegni presi nel contratto stipulato con la precedente proprietà (il Comune di Sanremo), ci lasciano esterrefatti. In Consiglio il Sindaco Biancheri, oltre ad aver assicurato il massimo impegno per attivare un confronto positivo tra le parti, aveva anche affermato che in caso di mancato rispetto degli impegni presi e di mancato accordo coi sindacati il Comune avrebbe anche considerato la revoca dell'affidamento della struttura alla ‘My Home’. Visto e considerato che le priorità per noi democratici sono di garantire un servizio adeguato nella struttura e mantenere il più alto livello di occupazione possibile, è evidente che se questi elementi non saranno garantiti con il nuovo gestore, come sembra dalle ultime notizie, non rimarrà che proseguire per la revoca”.

“Si tratta di un passaggio molto complesso – termina il PD matuziano - sia per le ricadute economiche sul bilancio comunale messo in difficoltà dal Covid, che per la tutela del servizio nella struttura che deve essere garantito. Siamo però fiduciosi che il Sindaco e la Giunta sapranno trovare delle soluzioni per poter uscire da questa situazione complessa. Oggi è il momento di fare il massimo per trovare una risposta adeguata alle necessità in gioco, l'equilibrio economico del comune, la garanzia del servizio e la tutela dell'occupazione. Eventuali valutazioni e polemiche su cosa non abbia davvero funzionato in merito a questa pratica riteniamo si debbano fare una volta che avremo un quadro definitivo di come si sarà risolta”.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium