/ Politica

Politica | 16 settembre 2021, 18:03

Governo non ratifica accordo con Monaco sul telelavoro, Di Muro (Lega) presenta proposta di legge per tutelare i frontalieri

"E' una discriminazione che il nostro Stato non deve accettare" - spiega Di Muro entrando nel vivo del problema.

Flavio Di Muro

Flavio Di Muro

L'on. Flavio di Muro della Lega ha presentato una proposta di legge per far si che il Governo quanto prima ratifichi, l'accordo bilaterale con Monaco per il telelavoro, andando a salvaguardare i tantissimi frontalieri della provincia di Imperia. Il documento risale al 10 maggio e porta alla nascita di una convenzione tra Italia e Principato, garantendo maggiori tutele per tutti quei lavoratori italiani che svolgono mansioni compatibili con lo smart working e che oggi, a differenza dei colleghi francesi, rischiano di dover tornare a lavorare in presenza. 

"Questa ratifica è urgente perché molti lavoratori frontalieri italiani stanno già ricevendo comunicazione dalle aziende monegasche di rientrare sul posto di lavoro a differenza dei colleghi francesi che invece continueranno a beneficiare del telelavoro. E' una discriminazione che il nostro Stato non deve accettare. - spiega Di Muro entrando nel vivo del problema. 

Il deputato di Ventimiglia, è firmatario della proposta di legge insieme ai colleghi deputati Eugenio Zoffili (capogruppo Lega in Commissione Esteri della Camera) e Marco Formentini (vicepresidente Commissione esteri della Camera). "E' a disposizione di tutti coloro che vogliano sostenerla, senza distinzione di appartenenza politica. Il mio auspicio è un'ampia convergenza a sostegno di questa proposta e una sua rapida approvazione" - sottolinea Di Muro.

Perchè è importante che l'Italia ratifichi quanto prima l'accordo con Monaco? "L'intensificazione dell'uso del telelavoro potrebbe anche consentire la creazione di nuovi posti di lavoro e favorire l’alleggerimento del traffico stradale, contribuendo in questo modo anche alla sostenibilità ambientale" - replica.

"Questo accordo per essere pienamente efficace necessita però della sua ratifica parlamentare. - conclude Di Muro - Dopo aver sollecitato il ministero degli esteri a provvedere in tempi rapidi con suo provvedimento, ritengo ora opportuno e doveroso prendere iniziativa e presentare una proposta di legge per stimolare il Governo e tutti i gruppi parlamentari nel procedere con celerità alla definizione della questione".

Stefano Michero

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium