/ Cronaca

Cronaca | 16 settembre 2021, 07:14

Ventimiglia: visite ai parenti solo attraverso un vetro e impossibilità di accedere alla struttura, parenti denunciano la casa di riposo di Latte

Dopo diversi e concitati contatti con la fondazione ‘Chiappori’, la decisione di presentare denuncia alle forze dell’ordine

La Fondazione 'Ernesto Chiappori' di Latte

La Fondazione 'Ernesto Chiappori' di Latte

Dopo settimane di telefonate, discussioni, confronti anche accesi tra le parti, ora la questione è finita all’attenzione dei Carabinieri e si chiede un intervento urgente da parte delle forze dell’ordine e delle autorità sanitarie.

I parenti di un’ospite della casa di riposo fondazione ‘Ernesto Chiappori’ di Latte vogliono vederci chiaro e hanno deciso di contattare anche la nostra redazione a seguito della denuncia ai Carabinieri. La situazione è limpida: le condizioni delle visite sono drasticamente cambiate e, nonostante le limitazioni dovute alla pandemia siano ormai più ‘morbide’ in tutte le strutture sanitarie, alla ‘Chiappori’ si continua a poter visitare solo attraverso un vetro e con il microfono. Condizione che, specie in estate, ha costretto i parenti a dotarsi anche di un ombrellone per ripararsi dal caldo. Situazione non certo ottimale.

Inoltre i parenti vogliono anche sapere che fine abbia fatto la ‘stanza per gli abbracci’ donata alla struttura mai utilizzata. Sarebbe potuta essere una buona soluzione per riavvicinare l’anziana mamma, ma così non è stato se non in rare occasioni. Ci si chiede come mai, nonostante il vaccino e il possesso del ‘green pass’, venga ancora negato l’accesso alla struttura.

Problemi anche per la gestione di un’emergenza legata a problemi odontoiatrici dell’anziana madre di chi ha presentato denuncia. Nonostante una estenuante trattativa con la direzione della struttura, pare che ancora ad oggi non ci sia modo di far curare la donna dal dentista.

I parenti, quindi, si sono rivolti ai Carabinieri della locale stazione per chiedere che si verifichi con la massima attenzione che cosa sta succedendo all’interno della ‘Ernesto Chiappori’ e che fine abbia fatto la ‘stanza degli abbracci’. Si chiede inoltre una visita da parte delle autorità sanitarie locali. Nella denuncia viene anche segnalato il mancato utilizzo del giardino esterno da parte degli ospiti non autosufficienti oltre ad alcune anomalie nella gestione del vestiario.

La questione è solo all’inizio e si attende ora l’intervento dei Carabinieri o di Asl 1 per verificare la situazione anche alla luce di quanto sta succedendo a Sanremo con ‘Casa Serena’.

Pietro Zampedroni

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium