Elezioni comune di Diano Marina

 / Attualità

Attualità | 31 luglio 2021, 09:11

Dopo i primi tre mesi del 2021 negativi: artigianato ligure, in recupero nel secondo trimestre 2021

Nell'imperiese l'artigianato conta 7.209 microimprese attive: 126 nuove iscrizioni e 80 cessazioni d'attività (+0,6%). Manifatturiero pressoché invariato con 981 microimprese totali, 11 aperture e 8 chiusure. Le costruzioni chiudono il secondo trimestre a quota 3.927 microimprese, 79 aperture e 44 chiusure (+0,89%).

Dopo i primi tre mesi del 2021 negativi: artigianato ligure, in recupero nel secondo trimestre 2021

Recupera l'artigianato ligure nel secondo trimestre dell'anno. Tra aprile e giugno 2021, secondo gli ultimi dati Infocamere-Movimprese, elaborati da Confartigianato, il saldo tra aperture (764) e chiusure di attività (523) è positivo di 241 microimprese (+0,5%). A fine marzo 2021 l'andamento era negativo di quasi lo 0,2%. Nel complesso in Liguria, oggi, le microimprese artigiane attive raggiungono le 43.096 unità

Anche a livello nazionale la curva del settore artigiano risale nel trimestre, con un +0,4%: 21.722 le aperture e 16.682 le chiusure su 1.284.272 realtà totali in Italia. Uno sguardo ai principali settori di attività artigiana: situazione pressoché invariata nel manifatturiero ligure, che conta all'attivo 6.879 micromprese, con 88 aperture e 80 chiusure nel trimestre. Segno positivo nell'edilizia, con 20.978 microimprese totali: 433 le nuove aperture e 276 le chiusure, con un saldo positivo dello 0,7%.

La situazione in provincia di Imperia: l'artigianato conta 7.209 microimprese attive: 126 nuove iscrizioni e 80 cessazioni d'attività (+0,6%). Manifatturiero pressoché invariato con 981 microimprese totali, 11 aperture e 8 chiusure. Le costruzioni chiudono il secondo trimestre a quota 3.927 microimprese, 79 aperture e 44 chiusure (+0,89%).

"Numeri incoraggianti che ci mostrano un settore in recupero rispetto a fine 2020 e inizio 2021, ma è presto per parlare di un ritorno alla normalità pre-Covid – è il commento di Giancarlo Grasso, presidente di Confartigianato Liguria – è ora fondamentale accelerare su tutte le azioni e le riforme a supporto della ripartenza delle nostre microimprese: parliamo di accesso al credito, con le risorse della cassa artigiana, e di tutte le opportunità di investimento e crescita che arriveranno grazie ai prossimi fondi europei e a quelli del Pnrr. Senza perdere di vista il controllo della pandemia, perché non possiamo permetterci nei prossimi mesi nuove chiusure".

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium