/ Politica

Politica | 20 luglio 2021, 12:39

Ventimiglia: crisi di maggioranza con Fratelli d'Italia, Strescino "Dispiace per la lettera ma troveremo una soluzione"

“Scullino è una persona di grande esperienza e penso che la soluzione si possa trovare. La linea del partito sulla vicenda, comunque, uscirà dal direttivo con provinciale di giovedì sera”.

Ventimiglia: crisi di maggioranza con Fratelli d'Italia, Strescino "Dispiace per la lettera ma troveremo una soluzione"

“Sicuramente ci è dispiaciuto vedere la lettera del Sindaco Scullino, che reputiamo persona e amministratore serio e capace, però siamo certi che usciremo dalla situazione, trovando una soluzione al problema.

Sono le parole del commissario per la città di Ventimiglia, Paolo Strescino, dopo la lettera del Sindaco all’Assessore ventimigliese Ascheri, pubblicata stamane dal nostro giornale (QUI). “E’ evidente – prosegue Strescino - che quando si arriva a queste situazioni, sicuramente la colpa è un po’ di tutti. Voglio sottolineare che noi abbiamo sempre sostenuto il Sindaco, sottoscrivendo il programma e lavorando al suo fianco. Per noi Ventimiglia è una Amministrazione importante perché è l’unica uscita dal centrodestra attuale”.

Strescino non nasconde, ovviamente, che se l’Assessore di Fratelli d’Italia venisse veramente allontanato dalla Giunta sarebbe un grave problema politico: “Ma mi auguro che il Sindaco non arrivi a quella decisione – ci ha detto – ed è da giorni che sto lavorando a stretto contatto con la dirigenza frontaliera del partito, in particolare con Fabio Perri, ma anche con l’Assessore Ascheri e con il Consigliere Isnardi. Giovedì sera avremo una riunione del direttivo e un confronto interno che sarà sicuramente costruttivo, anche in funzione della città di confine”.

Con Strescino non può non venire a galla anche quanto accaduto nel corso dei diversi Consigli comunali, dell’uscita di scena di Francesco Mauro (approdato al gruppo misto) e delle scelte in sede di voto dell’unico esponente di Fratelli d’Italia, Bartolomeo Isnardi: “Il partito ovviamente – risponde Strescino - non può dire a un Consigliere come votare, ma non lo può dire nessuno. Secondo me l’uscita dall’aula di Isnardi nel penultimo Consiglio è stata un errore ma, se vedo la vicenda nella sua interezza, noto che quattro della Lega non c’erano”.

Strescino si dimostra convinto che una soluzione si troverà: “Sicuramente ci è dispiaciuto vedere la lettera del Sindaco Scullino, che reputiamo persona e amministratore serio e capace, però siamo certi che usciremo dalla situazione, trovando una soluzione al problema.

Carlo Alessi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium