/ Cronaca

Cronaca | 11 maggio 2021, 09:14

Oggi la riunione della maggioranza di Governo: il coprifuoco si sposta alle 23 dal prossimo 22 maggio

Una decisione che dovrebbe essere presa nelle prossime ore, nel corso di una ‘cabina di regia’ tra le forze di maggioranza. Nello stesso incontro potrebbero essere revisionati i parametri che determinano il cambio di colore delle Regioni. Sembra che, in luogo dell'indice Rt potrà diventare determinante l'occupazione dei posti letto in terapia intensiva.

Oggi la riunione della maggioranza di Governo: il coprifuoco si sposta alle 23 dal prossimo 22 maggio

Sembrava vicina la rimozione totale del coprifuoco e, invece, secondo fonti governative resterà attivo, con lo spostamento alle 23 e il nuovo orario scatterta il 22 maggio e non il 17 come sembrava in un primo momento.

Una decisione che dovrebbe essere presa nelle prossime ore, nel corso di una ‘cabina di regia’ tra le forze di maggioranza. Nello stesso incontro potrebbero essere revisionati i parametri che determinano il cambio di colore delle Regioni. Sembra che, in luogo dell'indice Rt potrà diventare determinante l'occupazione dei posti letto in terapia intensiva.

Il programma delle riaperture verrà quindi varato dall’esecutivo, anche dopo il calo della curva dei contagi, con le vittime in lenta ma continua discesa (mai così pochi dall'8 ottobre scorso), lo svuotamento delle terapie intensive e la campagna di vaccinazione che viaggia spedita.

Sempre secondo fonti ben informate si tornerà ai matrimoni il 15 giugno, mentre potrebbero anche riaprire le piscine al chiuso dal 1° giugno. La stessa data potrebbe caratterizzare il via alle palestre e ai ristoranti ‘al chiuso’. In attesa della manifestazione odierna dei centri commerciali si attendono notizie sulla loro possibile riapetura nei weekend così come i parchi tematici che potrebbero tirar su le serrande il 1° giugno.

Per concludere, secondo il sottosegretario alla Salute, Pierpaolo Sileri, si potrebbe obbligare l'uso della mascherina solo in caso di assembramenti o luoghi affollati. Una possibilità che sarà però presa in considerazione, dopo aver superato la quota di 30 milioni di vaccini somministrati, che potrebbe avvenire il 22 giugno.

Carlo Alessi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium