/ Politica

Politica | 07 gennaio 2021, 13:38

Sanremo: regolamento per il transito delle moto nel Consorzio Monte Bignone, oggi il confronto con le associazioni

La bozza prevede anche il pagamento di un tesserino annuale di 50 euro. La giunta potrà avere la possibilità di inserire nuovi tratti di strada all’interno del regolamento

Sanremo: regolamento per il transito delle moto nel Consorzio Monte Bignone, oggi il confronto con le associazioni

La quarta commissione consiliare, presieduta dal consigliere comunale Giorgio Trucco, è tornata a riunirsi questa mattina per discutere due punti inerenti al futuro  del Consorzio Forestale di Monte Bignone. In particolare si fa riferimento ai regolamenti per il transito di mountain bike e moto. Tema molto delicato e che in passato ha portato anche ad aspri scontri tra chi ama vivere l’entroterra. La discussione era stata rinviata ai primi giorni dell’anno per permettere ai consiglieri comunali di visionare i documenti. Alla riunione hanno preso parte anche Danilo Benza e Romano Capacci in rappresentanza delle associazioni di motociclisti che sono soliti utilizzare le piste della zona di Monte Bignone. Con loro è nato il confronto sui temi caldi del regolamento come i tesseramenti dei motociclisti e le norme per la sicurezza dei sentieri. 

Il documento al vaglio della commissione (e poi del consiglio comunale) autorizza il transito delle moto in fuoristrada, pratica che sino a oggi era vietata dal regolamento comunale. All’interno del regolamento è previsto anche il pagamento annuale di 50 euro per il rilascio di un tesserino personale per il transito. L’introito dei tesseramenti sarà utilizzato per la manutenzione dei percorsi. Massima attenzione anche alla sicurezza sia dei motociclisti che transiteranno sulle piste che per gli altri fruitori delle aree del consorzio. Sarà sempre in vigore il Codice della Strada con i suoi limiti di sicurezza per il transito delle moto, le piste non saranno circuiti per velocità ‘da gara’ in modo da garantire la sicurezza di tutti su una strada che, a tutti gli effetti, rimane pubblica e a disposizione di tutti. Il controllo sarà a cura sia delle forze dell’ordine che delle associazioni presenti sul territorio che saranno autorizzate dal Comune.
L’assessore al Demanio, Mauro Menozzi, ha chiesto la possibilità di inserire all’interno del regolamento la facoltà della giunta di aggiungere nuovi tragitti alla zona percorribile dalle moto. Questo in risposta alla richiesta arrivata da Benza e Capacci in merito all’inserimento di altri tre chilometri di percorso.

La discussione, che ha visto la lettura del regolamento da parte del presidente Trucco, è stata aggiornata a lunedì quando si procederà con la votazione, prima del passaggio in consiglio comunale.

Pietro Zampedroni

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium