/ Cronaca

Cronaca | 31 ottobre 2020, 18:13

Sanremo: assembramenti e scarso uso della mascherina in Pian di Nave, e stasera torna il 'coprifuoco'

Pur consapevoli del bisogno dei giovani di socializzare, in un momento molto difficile per tutti e quindi anche per loro, abbiamo registrato una situazione che non dovrebbe verificarsi, soprattutto per il mancato uso delle mascherine di troppi ragazzi, ‘ammassati’ tra loro.

Sanremo: assembramenti e scarso uso della mascherina in Pian di Nave, e stasera torna il 'coprifuoco'

Quello di oggi sarà il primo sabato di chiusura dei locali, dopo il Dpcm che chiude bar e ristoranti (tranne che per l’asporto e le consegne a domicilio) dalle 18. Ed è anche il primo sabato di ‘coprifuoco’ (che scriviamo sempre tra virgolette perché non è tale al 100%) ma che, secondo le notizie che arrivano da Roma, potrebbe presto estendersi a tutto il mese di novembre con un probabile lockdown.

Se ieri sera, come vi abbiamo proposto con le foto pubblicate questa mattina, nella nostra provincia è stata osservata con attenzione l’ordinanza della Regione, oggi siamo costretti a riportare gli assembramenti che si sono registrati a Sanremo, nella zona di Pian di Nave.

Pur consapevoli del bisogno dei giovani di socializzare, in un momento molto difficile per tutti e quindi anche per loro, abbiamo registrato una situazione che non dovrebbe verificarsi, soprattutto per il mancato uso delle mascherine di troppi ragazzi, ‘ammassati’ tra loro.

Purtroppo sono casi che abbiamo registrato più volte anche nel periodo immediatamente successivo al lockdown di marzo e aprile e non dobbiamo comunque dimenticare che, casi del genere, si verificano anche sui bus che portano i ragazzi a scuola. Quindi siamo certi che in molti penseranno che, tutto sommato, non cambi di molto la situazione.

Ma sono stati in molti, tra i nostri lettori, a segnalarci quanto accadeva e a chiedere anche l’intervento delle forze dell’ordine. Come sempre ci limitiamo a riportare i fatti e lasciare da parte i commenti. Uno solo: giusti o non giusti i Dpcm e le ordinanze, forse in questo momento davvero particolare sul piano sanitario, sarebbe opportuno attenersi un po’ più alle regole.

Carlo Alessi

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium