/ Attualità

Attualità | 28 settembre 2020, 07:11

A Taggia arrivano le fototrappole contro i furbetti della differenziata, Cava "Vogliamo educare prima di sanzionare"

Quattro occhi elettronici in alta definizione collegati via wifi, con sensore di movimento, visione notturna e funzione live view.

A Taggia arrivano le fototrappole contro i furbetti della differenziata, Cava "Vogliamo educare prima di sanzionare"

A Taggia saranno posizionate le fototrappole contro i furbetti della differenziata. Quattro occhi elettronici, collegati via wifi, con sensore di movimento, visione notturna e funzione live view. 

Il Comune ha deciso di tirare fuori l'artiglieria per contrastare e arginare il fenomeno degli abbandoni di spazzatura. Fin dal suo insediamento l'amministrazione comunale del sindaco Mario Conio ha ingaggiato una vera e propria lotta contro questo malcostume che genera degrado su tutto il territorio, da Taggia ad Arma di Taggia. 


Multe salate, controlli capillari, filmati di videosorveglianza su Facebook accompagnati da messaggi di denuncia del primo cittadino, l'introduzione dei Ranger d'Italia. Questi sono alcuni dei provvedimenti già adottati dal Comune di Taggia. Negli ultimi mesi, un considerevole aumento dei rifiuti abbandonati su tutto il territorio ha reso necessaria l'adozione di una nuova strategia di intervento più capillare e d'impatto.

"Vogliamo educare prima di sanzionare - mette le mani avanti l'assessore all'ambiente Lucio Cava - Inizieremo con il posizionare le fototrappole in quelli che abbiamo identificato come quattro punti ad alta criticità su Taggia. Ci tengo fin da ora a ringraziare l'Ufficio Ambiente del Comune che sarà chiamato a controllare questi occhi elettronici e naturalmente un grazie anche a Docks Lanterna, ai Rangers e al comando di Polizia Locale per la costante collaborazione su questa problematica". 

"Si tratta di fototrappole ad alta risoluzione - spiega Cava - Ci permetteranno di identificare agevolmente i soggetti responsabili o i numeri di targa dei veicoli utilizzati. Una volta appurata l'identità dei responsabili sarà nostra premura contattare i soggetti per comprendere i motivi di questi abbandoni e far capire gli errori commessi nel conferimento dei rifiuti. Soltanto di fronte a persone recidive faremo procedere il percorso sanzionatorio". 

"In questa fase oltre all'occhio elettronico ci avvarremo anche dei Rangers che procederanno a pattugliare in divisa il territorio. - prosegue l'assessore Cava - Purtroppo c'è stato un aumento dei sacchi di spazzatura abbandonati contenenti ogni frazione di rifiuto. E' un grosso problema perchè come se non fosse già abbastanza grave si tratta di punti di forte passaggio, quindi si creano condizioni di degrado. Oltre a non essere decoroso, questa spazzatura attira anche cani, gatti, topi o gabbiani che aprono i sacchetti sparpagliando i rifiuti, peggiorando la situazione".

"Confidiamo di riuscire ad arginare il problema in tempi rapidi. Se l'uso di queste apparecchiature si dimostrerà pienamente efficace, non escludo che nei prossimi mesi si possa decidere di acquistare nuove fototrappole per coprire una porzione ancora più ampia di territorio" - conclude l'assessore Lucio Cava. 

Stefano Michero

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium