/ Eventi

Eventi | 03 giugno 2020, 12:36

Sanremo: come sarà Zazzarazzaz 2020? Presentato in Comune il progetto per la ventunesima edizione

Quest’anno, superata la soglia della ventesima edizione realizzata con successo l’anno scorso in piazza San Siro, la direzione artistica sperimenterà qualche novità

Sanremo: come sarà Zazzarazzaz 2020? Presentato in Comune il progetto per la ventunesima edizione

Qualche giorno fa è stato consegnato in Comune il progetto preliminare predisposto dal Centro Studi Musicali “Stan Kenton” per la realizzazione del Festival della canzone jazzata “Zazzarazzaz”, manifestazione che caratterizza l’estate sanremese a partire dal 1997. È una iniziativa unica nel suo genere, perché sono pochissimi in Italia i festival dedicati allo swing, e specialmente a quello italiano si può dire che Zazzarazzaz sia l’unico che può vantare una durata ultraventennale.

Può darsi che quest’anno, superata la soglia della ventesima edizione realizzata con successo l’anno scorso in piazza San Siro, la direzione artistica voglia sperimentare qualche novità nel “format”. A questo proposito il direttore artistico Freddy Colt precisa: «Zazzarazzaz ha avuto connotati ben precisi fin dalla prima edizione, si sono mantenuti nel tempo, e magari quest’anno studieremo qualcosa di diverso. È prematuro dare anticipazioni, quello che è certo è che la nostra rassegna si dovrà mantenere come la ribalta previlegiata per lo Swing italiano, ma non solo, in grado di offrire concerti con artisti di qualità, sia celebri che emergenti». Il progetto artistico al momento è al vaglio dell’assessore Alessandro Sindoni e dei suoi uffici.

In merito alla location il patron Colt ha poi aggiunto: «L’idea tenere gli spettacoli a Villa Ormond ci sembra ottima, perché si è dimostrata molto gradita al pubblico negli anni passati. Zazzarazzaz si è svolto lì per dieci anni esatti, dal 2000 al 2010, quindi per noi sarebbe un piacevole ritorno. Bisogna però vedere quali e quante saranno le regole dettate dalla situaizone attuale per poter accedere agli spettacoli. Speriamo che siano sostenibili per entità organizzative come la nostra. Ci teniamo ad offrire ancora al pubblico che da molti anni ci segue quelle serate di buona musica che hanno contraddistinto i programmi estivi di Sanremo portando artisti come Nicola Arigliano, Stefano Bollani, Rossana Casale, Sergio Caputo, Vinicio Capossela, Neffa, Romano Mussolini, Joe Sentieri, Enrico Intra, Tony Dallara, Paolo Belli, Isa Barzizza, Memo Remigi e tanti altri».

C.S.

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium