/ Attualità

In Breve

venerdì 16 aprile
giovedì 15 aprile

Attualità | 05 marzo 2020, 16:15

Sanremo: da domani un numero verde per gli anziani che potranno essere assistiti anche dalla Protezione Civile

In Comune ed all'Anagrafe intanto si lavora per installare plexiglas divisori negli uffici di sportello per dividere il pubblico dai dipendenti.

Sanremo: da domani un numero verde per gli anziani che potranno essere assistiti anche dalla Protezione Civile

Il Sindaco di Sanremo e l’Amministrazione in generale, stanno lavorando da ieri per dare risposte importanti sulla situazione legata al Coronavirus che, purtroppo, da oggi ha colpito anche la nostra provincia con i due casi degli ospiti bergamaschi all’hotel ‘Paradiso’ di Diano Marina.

Da ieri il Sindaco ha riunito una unità operativa permanente con Assessori e Dirigenti e, oltre ai provvedimenti previsti dal Decreto ministeriale, il Sindaco ha preso una serie di decisioni per la sicurezza dei dipendenti del Comune e del pubblico. Bisognerà mantenere la distanza di un metro negli uffici di sportello e gli accessi saranno limitati. Verranno installati, in alcuni uffici (compresa l’anagrafe) alcuni pannelli di plexiglass per dividere il pubblico da chi è allo sportello mentre da palazzo Bellevue viene chiesto di non ingolfare gli uffici e ridurre al minimo gli spostamenti non strettamente urgenti.

Ma, cosa più importante, a fronte di uno dei passaggi più delicati del Decreto del Governo che invita gli over 65 con particolari patologie a non uscire, il Sindaco ha dato mandato all’Assessore Costanza Pireri ed ai dirigenti competenti, di mettere in piedi un piano straordinario.

Già attraverso i servizi sociali, infatti, viene normalmente offerto un sistema di assistenza domiciliare. Ed ora si sta lavorando ad un numero verde gratuito, insieme alla Protezione Civile, per fornire una assistenza particolareggiata per le piccole cose quotidiane come la spesa, l’acquisto di medicine o anche una telefonata per avere informazioni in merito.

L’indicazione è stata data già ieri ad una unità operativa permanente ed il Comune dovrebbe essere pronto entro domani a metterla a punto per dare una risposta alla categoria più esposta, ovvero le fasce più deboli. Intanto sono stati chiusi i centri di aggregazione giovanile ed anche i centri anziani, per evitare contatti tra le persone più a rischio.

Carlo Alessi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium