/ Attualità

Attualità | 06 febbraio 2020, 07:11

Pigna: vittoria del Rio Carne! Arrivato il vincolo del Ministero per il ponte romanico, la centrale idroelettrica non si farà

C’era già un vincolo regionale, ma il Ministero ha tenuto conto del valore del ponte, vecchio di circa 800 anni e che rappresenta un punto importante della nostra memoria, anche sul piano architettonico.

Pigna: vittoria del Rio Carne! Arrivato il vincolo del Ministero per il ponte romanico, la centrale idroelettrica non si farà

Il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali ha vincolato sul piano ambientale il ponte sul Rio Carne a Pigna. Un passaggio importante, quello arrivato lunedì scorso al Comune dell’alta Val Nervia e che verrà trasmesso ufficialmente nelle prossime ore, anche dalla Soprintendenza regionale.

Con il vincolo appena arrivato terminano, in pratica, tutte le velleità che sono state messe in campo negli ultimi tempi, di costruire una centrale idroelettrica sul Rio Carne, per la quale gli abitanti della zona e molti ambientalisti si sono battuti. Una vicenda iniziata diversi anni fa con proteste, lotte e carte bollate che, con questo vincolo ministeriale finalmente sono state ascoltate.

Grande soddisfazione è stata espressa dal Sindaco di Pigna, Roberto Trutalli: “Per noi è una vittoria che va oltre gli aspetti legali che sono in corso, per un vincolo che noi chiedevamo fin dall’inizio. C’era già un vincolo regionale, ma il Ministero ha tenuto conto del valore del ponte, vecchio di circa 800 anni e che rappresenta un punto importante della nostra memoria, anche sul piano architettonico. Il ponte, infatti, ha unito nella storia il mare alla montagna, dove passavano le ‘Vie del Sale’ fino a Ginevra. Vorrei ringraziare la Soprintendenza e gli ‘Amici del Rio Carne’ che hanno lavorato alacremente a risultati che stiamo raggiungendo in questi mesi. Non era facile ottenere vincoli di questo genere ed ora, finalmente, siamo arrivati ad un risultato davvero importante”.

Ora, ovviamente, c’è attesa affinchè venga messa la parola fine anche con le documentazioni necessarie, alle richieste della ‘Remna’, l’azienda che ha tentato la costruzione della centrale idroelettrica sul Rio Carne.

Carlo Alessi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium