/ Cronaca

Cronaca | 08 aprile 2019, 12:16

Sanremo: non si placa la piaga del 'rifiuto selvaggio' nelle strade periferiche, servono fototrappole fisse (Foto)

Le nostre pagine sono stracolme di servizi sull’argomento, soprattutto da quando a Sanremo è stato instaurato il servizio di raccolta ‘porta a porta’ ma, purtroppo, c’è troppa gente che non ha proprio intenzione di assolverlo con giudizio e rispetto civico.

Sanremo: non si placa la piaga del 'rifiuto selvaggio' nelle strade periferiche, servono fototrappole fisse (Foto)

Rifiuti, un argomento che a Sanremo è sempre d’attualità (un po’ come in moltissime città della nostra provincia e non solo). Il conferimento dell’immondizia è una piaga difficile da inculcare nella testa dei cittadini che, per pigrizia, ignoranza ed incuria spesso non viene rispettato.

Le nostre pagine sono stracolme di servizi sull’argomento, soprattutto da quando a Sanremo è stato instaurato il servizio di raccolta ‘porta a porta’ ma, purtroppo, c’è troppa gente che non ha proprio intenzione di assolverlo con giudizio e rispetto civico. La conferma la si è avuta nelle ultime ore quando, quello che si può considerare un vero e proprio ‘raid’ arrivato dal resto della città, ha attaccato strada Borgo Tinasso, una delle vie dove la raccolta viene fatta a cassonetto con le chiavi (spesso le serrature vengono rotte).

Come si può vedere dalle immagini qualcuno ha deciso di portare rifiuti di ogni genere, con sacchetti stracolmi e gettati sconsideratamente vicino alle isole ecologiche. Questo è il risultato della maleducazione della gente che, approfittando delle strade più ‘nascoste’ della città, abbandona i rifiuti sperando che poi (come avviene regolarmente) vengano comunque raccolti dagli operai di Amaie Energia.

E, quando non vengono abbandonati in mezzo alla strada, i rifiuti vengono stivati nei cassonetti, ai quali vengono spesso rotte le serrature. Per non parlare poi dei grossolani errori di chi conferisce l’indifferenziata nei cassonetti adibiti a plastica o carta per non parlare di chi continua a gettare immondizia di ogni genere in sacchetti non regolari.

Insomma una situazione sempre difficile per la differenziata a Sanremo dove, checché se ne dica, la maleducazione e l’ignoranza di alcuni continua a farla da padrone. Un suggerimento che possiamo permetterci di dare a chi di dovere è quello di sistemare foto trappola fisse in alcune zone, per colpire maggiormente i maleducati. Questo perché, nei giorni in cui le fotocamere erano presenti in strada Borgo Tinasso, la situazione era decisamente migliore.

Carlo Alessi

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium