/ Politica

Politica | 09 novembre 2019, 07:14

Sanremo: martedì in Consiglio gli amici degli animali chiederanno il ritiro del bando di gara per l'affidamento del servizio

Molti cittadini matuziani contestano infatti l’affidamento con una gara al ribasso, mentre vorrebbero che il Comune procedesse con quello diretto, soprattutto per guardare alla qualità del servizio e non al risparmio, soprattutto sulla pelle degli animali.

Sanremo: martedì in Consiglio gli amici degli animali chiederanno il ritiro del bando di gara per l'affidamento del servizio

Ci sarà anche una delegazione di molti amici degli animali, martedì prossimo al Consiglio comunale di Sanremo, per contestare il bando di gara emanato dal Comune matuziano, sull’affidamento degli animali sul territorio e del quale si parlerà nel corso dell’assise.

Fino a poco tempo fa si parlava di ‘affidamento diretto’ e non di bando di gara che, secondo quanto dichiarato da alcuni Consiglieri comunali, sarebbe stato pubblicato all’insaputa dell’Amministrazione comunale. Molti cittadini matuziani contestano infatti l’affidamento con una gara al ribasso, mentre vorrebbero che il Comune procedesse con quello diretto, soprattutto per guardare alla qualità del servizio e non al risparmio, soprattutto sulla pelle degli animali.

Negli ultimi giorni sono stati molti i cittadini che amano gli animali che si sono rivolti all’Enpa per chiedere di intervenire e fare pressioni sul Comune, affinchè ci possa essere un passo indietro. La presentazione del bando è fissata per il 22 novembre e se ne parlerà nel Consiglio comunale di martedì prossimo. “Non si può speculare con un bando al ribasso – evidenziano molti sanremesi – speculando sulla pelle degli animali”.

Il sistema per l’affidamento diretto sembra esserci e, quindi, gli animalisti irromperanno martedì in Consiglio comunale per chiedere il ritiro del bando di gara al ribasso, ridiscutendo il tutto per affidare nuovamente il servizio all’Enpa locale, che ha ben lavorato negli ultimi anni per l’assistenza ai cani ed ai gatti più sfortunati.

Carlo Alessi

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium