/ POLITICA

POLITICA | 15 gennaio 2019, 12:43

L’ex Ministro Marco Minniti a Ventimiglia per presentare il libro ‘Sicurezza è libertà’ insieme al Sindaco Enrico Ioculano

Lunedì prossimo, 21 gennaio, alle 18 presso la Biblioteca Aprosiana di Ventimiglia.

L’ex Ministro Marco Minniti a Ventimiglia per presentare il libro ‘Sicurezza è libertà’ insieme al Sindaco Enrico Ioculano

Terrorismo e immigrazione: contro la fabbrica della paura. Questo il sottotitolo del libero ‘Sicurezza è libertà’ che l’ex Ministro dell’Interno Marco Minniti presenterà a Ventimiglia lunedì prossimo, 21 gennaio, alle 18 presso la Biblioteca Aprosiana.

Con lui anche il Sindaco della città di confine, Enrico Ioculano, da sempre vicino all’ex Ministro di cui che lui stesso aveva appoggiato come eventuale Segretario del Partito Democratico. “E’ una proposta percorribile - aveva detto Enrico Ioculano in quell’occasione al nostro giornale - Marco Minniti è una persona che ha dimostrato coerenza, capacità e determinazione, ha tutte le carte in regola per dare un contributo fattivo di crescita ed organizzazione al Pd.”

“La differenza tra la sinistra e il nazionalpopulismo consiste proprio in questo: la sinistra ascolta, mentre i populisti fanno finta di ascoltare, quando invece il loro unico obiettivo è di tenere incatenata la gente alle proprie paure.” 

Parte da questa convinzione la riflessione che Marco Minniti, ex ministro dell’Interno fa nel suo ultimo libro ‘Sinistra è libertà’. Da oltre vent’anni ai vertici degli apparati di sicurezza e di intelligence del nostro Paese, nei sedici mesi al Viminale si è trovato a gestire, eventi epocali di portata nazionale ed internazionale. “Non è possibile garantire la sicurezza rinunciando alla libertà - questo il messaggio del libro - l’idea del confine come separazione dagli altri crea società chiuse. Sull’onda dei nazionalpopulismi, l’unità europea, che ci ha garantito settant’anni di pace, è a rischio di estinzione. E questo potrebbe essere l’inizio di molti drammatici danni. Un salto nel buio che non ci possiamo permettere.”

Simona Della Croce

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium