/ Eventi

Eventi | 18 aprile 2018, 18:33

Sanremo: 64 eventi in 12 giorni per l'omaggio a Libereso Guglielmi, dal 20 aprile torna "La Forza della Natura"

Gli organizzatori puntano a superare le oltre 11mila presenze registrate l'anno scorso. Ecco gli eventi in programma.

A Sanremo torna per il secondo anno consecutivo l'appuntamento con “La forza della natura - omaggio a Libereso Guglielmi". La rassegna si terrà al forte di Santa Tecla dal 20 aprile fino al 1° maggio 2018.

Ci sono grandi aspettative per questo appuntamento forti delle 11.000 presenze dell'anno scorso. In questi 12 giorni gli organizzatori hanno concentrato ben 64 eventi, con 50 relatori, 6 esposizioni e per la prima volta si terrà anche il Festival delle Erbe della Liguria. Tutto questo non sarebbe possibile senza il coinvolgimento di 22 enti ed associazioni. Si stima che il forte in questo periodo rimarrà aperto al pubblico per 136 ore. SanremoNews sarà fianco a fianco con l’organizzazione in qualità di media partner.




"La manifestazione sta crescendo. - conferma Claudio Porchia, ideatore  e responsabile del coordinamento della rassegna - Cresceremo di importanza con le presenze da fuori più che con i cittadini di Sanremo. Quest’anno siamo stati sollecitati da molti tour operator, in quanto considerano questo appuntamento molto importante e da seguire. C'è una bella attenzione”.

Diverse le novità che accompagnano questa seconda edizione in ricordo di Libereso Guglielmi, giardiniere di Italo Calvino e figura straordinaria. Un comunicatore ed un libero pensatore ma anche un artista. "Rispetto alle mostre avremo una trentina di opere inedite di Libereso. Ampio spazio sarà dedicato ai fiori eduli come la cipolla egiziana. - aggiunge Porchia - Avremo due artiste importanti. Carmen Spigno di Albenga che presenterà opere legate alla forza della terra e Rosaria Torquati, una marchigiana che realizza teli di canapa. Quest’ultima ha ricavato frasi e citazioni da Libereso che daranno vivacità nel grande cortile di Santa Tecla. Si tratta di una mostra che si potrebbe sfruttare anche in altri periodi. Inoltre, abbiamo inserito anche un premio, dedicato a Libereso. Il premio si divide in due categorie:- la prima, di rilevanza nazionale, riservata a quelle figure che hanno contribuito a sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza del rispetto dell’ambiente (sarà consegnato in autunno). la seconda, riservata a figure che, nella nostra provincia, con il lavoro e l’impegno hanno dato un contributo alla salvaguardia della biodiversità”. 

La vincitrice di quest’anno sarà Emanuela D'Addazio. Come ha spiegato Silvana Sicari, tra gli organizzatori della manifestazione: “Abbiamo scelto lei. E’ una ragazza che manda avanti la produzione di garofani avviata dal padre. Un lavoro che viene svolto in condizioni proibitive se pensiamo che avviene in strada Peiranze, una mulattiera. La premiazione avverrà il 28 aprile alle 17”.

Grande importanza sarà data al 2018, inteso come anno del cibo. "In questo caso, verrà declinata l’esperienza di Libereso partendo dal suo ultimo libro di ricette e sottolineando l’importanza del cibo per la salute e la qualità del vivere, per una maggiore sostenibilità dei territori nella produzione alimentare e nell’innovazione ma sempre con un occhio di riguardo alla tradizione. - dice Porchia e poi ricorda - Un altro tema sarà legato a Calvino. Si svilupperà con diverse iniziative: la presentazione del concorso promosso dal Lions in apertura, la lettura del racconto “Un pomeriggio Adamo” e un ricordo di Eva Mameli, la mamma di Italo Calvino, in occasione del suo 40° anniversario della morte avvenuta il 31 marzo 1978”.

Il Forte di Santa Tecla si conferma protagonista della proposta culturale di Sanremo. Un dettaglio sottolineato da Rossella Scunza, direttore del forte, per il Polo Museale della Liguria. "Siamo contentissimi di ospitare questa mostra dopo l'esperienza magnifica dell'anno scorso con un Forte vissuto al massimo delle sue possibilità. Sono contenta della gestione di questi primi anni. All'inizio è stato un azzardo. Mi sembra che davvero si cominci a pensare a Sanremo ed a Santa Tecla come punto di riferimento”. Gli eventi e le manifestazioni legate a questo spazio saranno inoltre sponsorizzate all’interno del nuovo sito e della pagina Facebook legata al forte.

Durante la rassegna ampio spazio sarà dedicato all’arte ed alla musica, grazie alla presenza di Cristian Gullone e Valentina Di Donna. “Libereso amava far incontrare le persone. Per questo abbiamo deciso di avviare laboratori aperti di teatro contemporaneo. Lasciandoci ispirare dai disegni e dalla vita di Libereso abbiamo costruito quattro momenti di teatro. Crediamo nella possibilità di far diventare Santa Tecla un punto di incontro dove le persone entrino in contatto tra di loro. - spiega Gullone - Inoltre, ci sarà anche un momento musicale, il 29 aprile, quando presenterò il mio album dove all'interno c'è un brano dedicato a Libereso, chiamato 1° ottobre”.

Marco Damele, membro degli organizzatori della rassegna, interverrà per parlare della ’sua’ cipolla egiziana ma non solo. "Mi piace rimarcare che si parlerà di agricoltura nel verso senso della parola. Un mondo che opera a 360 gradi sul territorio. Certo ci saranno anche Iniziative per parlare della cipolla egiziana come esempio di biodiversità ma abbiamo in programma anche attività per portare i giovani al Forte mostrando quanto fatto dai giovani agricoltori. Omaggeremo la produzione floricola grazie alle nuove generazioni oggi al lavoro”.



Molto positivo anche il commento del Comune di Sanremo. “Questa sarà una vetrina che metterà in mostra tantissimi aspetti culturali, storici ed economici. Sono presenti valori etici importanti legati a fiori, alla cultura, all'arte ed alla musica e soprattutto si tratta di un evento rivolto ai giovani” - commenta l'assessore al verde pubblico Barbara Biale

"Libereso è un protagonista del territorio. - spiega l'assessore Eugenio Nocita - Questa iniziativa porta tanti valori e speriamo possa avere un seguito di persone che si voglia anche dedicare a queste attività che vedrà al Forte. Per il premio letterario Calvino ci tengo a dire che gli organizzatori hanno voluto premiare non tanto le opere in concorso ma prefazione e postafazioni realizzate da 83 classi delle scuole superiori”. 

Sarà determinante anche il rapporto con le scuole di Sanremo. In particolare l’evento si avvale della collaborazione dell’Istituto Ruffini-Aicardi, per quanto riguarda le piante e delle scuole primarie e secondarie di primo grado, con un’esposizione di alcuni lavori realizzati in classe. 



Una chiosa sulla rassegna arriva da Tanya Guglielmi, figlia di Libereso. "Lui sarà molto contento perchè tantissime persone si sono attivate per organizzare questo evento. Ci sono tutte le forme di cultura e che avvicinano le persone. Saranno dei momenti di libertà".  

Files:
 Programma La forza della natura 2018 (5.1 MB)

Stefano Michero

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium