/ Attualità

Attualità | 05 giugno 2024, 07:01

Badalucco: Filù fugge e viene investito anche da un'auto, la ricerca del cagnolino anche con il drone

E' scappato da Ceriana dove è stato abbandonato ed è ora ferito, probabilmente in Valle Argentina

Badalucco: Filù fugge e viene investito anche da un'auto, la ricerca del cagnolino anche con il drone

Filù è ferito. Filù non si riesce a trovare. Filù è un cane in fuga. Per l’esattezza un segugio maremmano molto bello, di taglia media, di circa due anni. Ha il manto marrone, ma il torace e la parte terminale delle zampe sono bianchi. Le orecchie sono a penzoloni. E’ docile, ma è anche spaventato. Ora per trovarlo verrà utilizzato anche un drone. Per salvare questo cane si sono mossi in tanti. I carabinieri il servizio veterinario dell’Asl, ed un gruppo di abitanti di Badalucco e della Valle Argentina. Finora senza esito.

Tutto risale a una ventina di giorni fa, quando Filù, scappato da Ceriana, dove era stato abbandonato, insieme alla sorella più docile e stanziale, viene avvistato alle porte di Badalucco. Si rifugia in una casa di Meosu, presso un contadino che gli dà da mangiare e gli mette a disposizione una cuccia. Poi un bel giorno sparisce anche da qui.

“Lo hanno visto venerdì scorso sulla strada provinciale nei pressi delle cave di San Giorgio – dice Monica – mentre era in corso un maldestro tentativo di prenderlo, il cane è stato investito da un’auto che non si è fermata. L’animale visivamente zoppicante, impaurito si è rifugiato al di là del cancello, nelle cave. In un’area da cui praticamente non poteva fuggire. Ma quando è arrivato il servizio veterinario dell’ASL di Filù incredibilmente: nessuna traccia”.

Monica con l’amica Katia, i carabinieri, i veterinari dell’asl, hanno setacciato per due giorni l’intera zona, ma non c’è stato alcun esito. Il cane al di là di ogni facile previsione sembra essersi volatilizzato. “Siamo sempre più preoccupati perché non è tornato nel suo rifugio di Meosu – prosegue Monica – e dal giorno dell’incidente nessuno lo ha più visto. Nei prossimi giorni proveremo a cercarlo con l’aiuto di un drone, messo a disposizione da un amico degli animali di Triora. Dobbiamo fare in fretta per catturarlo e portarlo dal veterinario ed accertare i danni arrecati dalla vettura pirata”.

Le due donne di Badalucco che hanno assunto la missione di salvare il cane Filù raccomandano di avvicinarlo con calma per evitare che fugga ancora una volta e chiedono di essere avvertite da chiunque avvisti il segugio maremmano. Per questo mettono a disposizione i propri numeri di cellulare: Monica: 347 0004113 e Katia: 340 3356371.

“Nel caso che il cane venga avvistato ancora una volta – termina Monica – prima di chiamare noi occorre rivolgersi alle agenzie di soccorso chiamando il 112 per attivare il servizio veterinario che è già al corrente della storia di Filù, cane vagabondo. E’ prevista anche una ricompensa”.

Carlo Michero

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium