/ Eventi

Eventi | 02 dicembre 2023, 13:13

Sanremo: il 16 dicembre all'ex chiesa di Santa Brigida la seconda edizione del torneo scacchistico 'Semilampo'

L’anno scorso venne svolta nel museo civico di Piazza Nota ed ebbe uno strabiliante successo sia per la massiccia manifestazione dei giocatori provenienti da tutta Italia e dalla vicina Francia che per il contesto storico culturale in cui era ambientato

Sanremo: il 16 dicembre all'ex chiesa di Santa Brigida la seconda edizione del torneo scacchistico 'Semilampo'

Il 16 dicembre alle 9 si terrà a Sanremo la 2° manifestazione internazionale scacchistica Semilampo “Città di Sanremo”. La manifestazione è stata organizzata dalla neo Associazione sportiva dilettantistica Scacchi Sanremo “Nenad Šulava” in collaborazione con l’associazione “Pigna Mon Amour”. Il torneo come da tradizione viene svolto ogni anno in uno dei monumenti della città.

Quest’anno sulla scia del successo dello scorso anno di portare il gioco degli scacchi nei monumenti della città, è stata scelta dagli organizzatori la ex-chiesa Santa Brigida. L’anno scorso venne svolta nel museo civico di Piazza Nota ed ebbe uno strabiliante successo sia per la massiccia manifestazione dei giocatori provenienti da tutta Italia e dalla vicina Francia che per il contesto storico culturale in cui era ambientato.

La fondazione dell’edificio sacro è probabilmente collegata con l’arrivo a Sanremo di una comunità delle suore di Santa Brigida, dette Brigidine, appartenenti alla Regola di San Francesco, le quali, come risulta da un documento del 1596, erano insediate da tempo in un monastero ubicato sotto la Costa. La particolare devozione per la santa svedese affonda però le sue radici nel periodo tardo medievale, essendo diffusa pure in varie altre località del Ponente come Cervo, e profondamente legata all’associazionismo confraternale femminile.

Nel 1930 è stato giocato a Sanremo uno dei più importanti (se non il più importante) torneo scacchistico della storia degli scacchi. Partite entrate nella enciclopedia internazionale degli scacchi. Dal 16 gennaio al 4 febbraio 1930, sedici maestri di scacchi provenienti dall'Europa e dalle Americhe, tra cui il campione del mondo, si riunirono a Sanremo per giocare al primo torneo internazionale nel famoso casinò.

I partecipanti al round robin erano Alexander Alekhine, Aron Nimzowitsch, Efim Bogoljubov, Akiba Rubinstein, Rudolph Spielmann, Savielly Tartakower, Geza Maroczy, Milan Vidmar, Edgar Colle, Hans Kmoch, Frederick D. Yates, Karl Ahues, Roberto Grau, Mario Monticelli, Massimiliano Romi e Jose Joaquin Araiza-Munoz.

Alekhine ha dominato l'intero campo con un incredibile punteggio di 14/15, segnando 3 punti e mezzo meglio del secondo classificato Nimzowitsch e vincendo il primo premio di 10.000 lire. Quelle partite hanno fatto la storia. A Sanremo è stato inventato il “famoso” cannone di Alekhine che è il sogno di ogni scacchista.

“Vogliamo ringraziare l’Istituto di Via Volta - dicono gli organizzatori - con i suoi giovani talentuosi nonché la scuola di Bordighera che sta facendo crescere giovani pronti per le più ardue sfide. Un grazie anche all’amministrazione comunale e a tutti i volontari che si stanno prodigando affinché questo torneo riesca nel miglior modo possibile”.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MARZO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium