/ Eventi

Eventi | 22 maggio 2022, 07:26

Querelle ‘Sanremo Giovani’: il TAR dà ragione all’Associazione Fonografici Italiani, ora il Comune dovrà consentire l’accesso gli atti della convenzione con la Rai

Tutto è partito quando l’AFI ha contestato la scelta della Rai di abbassare da 36 a 30 anni il limite massimo di età per partecipare all’evento

Querelle ‘Sanremo Giovani’: il TAR dà ragione all’Associazione Fonografici Italiani, ora il Comune dovrà consentire l’accesso gli atti della convenzione con la Rai

È arrivata all’atto finale la lunga querelle a suon di carte bollate iniziata mesi fa e conclusasi con la decisione del TAR ligure: il Comune di Sanremo dovrà consentire all’Associazione Fonografici Italiani l’accesso agli atti della convenzione Rai per l’utilizzo del marchio ‘Festival della Canzone Italiana’ e per l’organizzazione del Festival di Sanremo e di Sanremo Giovani.

Tutto ha avuto inizio quando, il 17 settembre del 2021, l’AFI (organismo di gestione collettiva dei diritti d’autore e dei diritti connessi ai diritti d’autore) ha contestato il regolamento di Sanremo Giovani chiedendone la sospensiva nella parte in cui si era deciso di abbassare da 36 a 30 anni il limite massimo di età per la partecipazione al concorso Rai che vale tre posti per il Festival di Sanremo. Ne è scaturita una lunga battaglia legale tra AFI, Comune e Rai; l’Associazione Fonografici Italiani ha poi chiesto un accesso agli atti al Comune per prendere visione della convenzione Rai e di una lunga serie di documenti a lei connessa. Prontamente è arrivato il diniego da parte di palazzo Bellevue al quale l’AFC ha risposto con il ricorso al TAR.

Qualche giorno fa la sentenza: non sussistono le motivazioni avanzate dal Comune di Sanremo per dire di no all’accesso e, quindi, l’AFI avrà il diritto di consultare i documenti della convenzione siglata tra Comune e Rai oltre a tutta la documentazione connessa come: eventuali proroghe e/o rinnovo della convenzione; eventuali nuove convenzioni; atti, documenti o provvedimenti per procedure comparative eventualmente avviate dal Comune per l’affidamento dei diritti di sfruttamento commerciale del Festival incluso il ‘red carpet’ e del marchio in relazione al Festival 2021 e a Sanremo Giovani 2021.

Pietro Zampedroni

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium