/ Attualità

Attualità | 17 maggio 2022, 11:30

Scuola primaria di Badalucco ottiene menzione d'onore al Premio Nazionale "Filmare la storia"

E' stato riconosciuto il valore di un cortometraggio girato tra Badalucco e Carpasio, per parlare della Resistenza, con protagonisti i bambini delle classi quarta e quinta della scuola primaria.

(nelle foto alcuni momenti della visita di Paolo Luppi e Valerio Verda nella scuola di Badalucco)

(nelle foto alcuni momenti della visita di Paolo Luppi e Valerio Verda nella scuola di Badalucco)

La scuola primaria di Badalucco ha ricevuto una menzione d'onore, nell'ambito del premio nazionale 'Filmare la storia'. Nell'ambito della 19ª edizione dell'iniziativa organizzata dall'Archivio Nazionale Cinematografico della Resistenza, la giuria dell'ANPI, ha riconosciuto il valore del cortometraggio, 'La Resistenza in provincia di Imperia'.

Una produzione semplice, con video girati con uno smartphone ma dal forte impatto emotivo. Protagonisti di questo lavoro, i 16 bimbi delle classi quarta e quinta del plesso dell'Istituto Comprensivo Taggia, della dirigente Anna Maria Fogliarini. Il progetto seguito dall'insegnante Nives Bianchi, ha portato i bambini a diretto contatto con la storia della Resistenza e con i valori che ancora oggi riecheggiano fieri in questo territorio.

"Le riprese hanno interessato San Bernardo di Badalucco e il Museo della Resistenza di Carpasio. - ci racconta Nives Bianchi - Nella prima parte le classi hanno avuto modo di confrontarsi direttamente con un fatto che riguarda il nostro paese, scoprendo la figura di Marco Bianchi, mio zio, nome di battaglia 'Beretta', capo partigiano ucciso a San Bernardo. Qui i bambini accompagnati dai genitori hanno conosciuto e letto la storia di questo esponente della Resistenza partigiana".

"Nella seconda parte del filmato, invece, ci siamo recati a Carpasio. Abbiamo mostrato una intervista a Gabriella Campigotto che insieme al marito custodisce lo spazio espositivo in località Costa. Poi, i bambini hanno letto le lettere che sono state scritte alle mamme dai condannati a morte" - aggiunge. 

A chiudere questo cammino nella storia un incontro importante avvenuto pochi giorni fa. Il vicesindaco di Montalto Carpasio, Valerio Verda, insieme al magistrato Paolo Luppi, figlio del partigiano Erven, hanno fatto visita ai bambini delle due classi di Badalucco. "Sì è stato un momento molto sentito - ci racconta l'insegnante - I nostri ospiti ci hanno parlato della Costituzione, di quanto sia importante e di come i valori della Resistenza che da lì prendono forma, siano quantomai attuali nonostante siano passati tanti anni. E' stato un momento formativo davvero apprezzato e per questo ci teniamo a ringraziarli". 

Nei mesi scorsi la scuola di Badalucco ha ricevuto anche altri premi. Tra questi ne spicca uno ottenuto a livello regionale: il primo premio nel concorso intitolato "Il lavoro nel bosco", riservato alle Scuole Primarie e Secondarie in Provincia di Imperia e organizzato da Regione Liguria nell'ambito del Progetto Europeo Evoforest. "Sì siamo molto attenti e cerchiamo di essere il più possibile partecipi a queste opportunità. Quest'ultimo riconoscimento ricevuto, un premio nazionale è per la nostra scuola e credo anche per il paese un motivo di orgoglio" - conclude Nives Bianchi. La cerimonia di premiazione si terrà il 1º giugno a Torino. 

Stefano Michero

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium