/ Eventi

Eventi | 15 marzo 2022, 17:29

Sanremo: 'Compositori spagnoli tra Ottocento e Novecento', giovedì al Casinò l’Orchestra Sinfonica

La serata è inserita nel progetto “Armonie con la Sinfonica” e sosterrà il Rotary Club Sanremo 1932 nel supporto di iniziative umanitarie e di tutela del territorio.

Sanremo: 'Compositori spagnoli tra Ottocento e Novecento', giovedì al Casinò l’Orchestra Sinfonica

Giovedì alle 21, al Teatro del Casinò, serata con la Sinfonica di Sanremo dedicata ai compositori spagnoli tra Ottocento e Novecento: Joaquin Turina, Juan Crisóstomo Jacobo Antonio de Arriaga y Balzola e Manuel de Falla. Il concerto sarà diretto da Josè Rodilla, docente all'Accademia di Direzione d’Orchestra DIESIS, direttore artistico dell’orchestra da camera MúVyN Ensemble e, dal 1996, direttore dell’Orquesta del Conservatorio de Murcia.

Il programma si aprirà con “La oracion del torero” op. 34, di Joaquin Turina, uno dei principali compositori spagnoli della prima metà del Novecento. È l’autore stesso ad aver spiegato la fonte d’ispirazione del brano: egli osservò un torero ritirarsi a pregare in una piccola cappella prima di recarsi nell’arena a combattere. Cercò quindi di trasferire in musica il contrasto tra l’intima implorazione religiosa e il frastuono della folla esaltata.

Juan Crisóstomo de Arriaga è considerato il Mozart della Spagna. Un bambino prodigio: a tredici anni scrisse l’opera “Los esclavo felices” su libretto di Luciano Francisco Comella (1751-1812), che narra la vicenda di un nobile spagnolo e sua moglie rapiti dai pirati mori e liberati da un atto di clemenza del re di Algeri. Della partitura si sono salvati pochi frammenti, tra cui l’Ouverture, una pagina sbalorditiva per la ricca inventiva tematica e la perfetta padronanza delle forme tradizionali. Caratteristiche simili si ritrovano anche nella “Sinfonia in Re maggiore”, composta nel 1824, che chiuderà il concerto di giovedì.

Il terzo compositore della serata sarà Manuel de Falla, autore di famose opere teatrali, di composizioni da camera e per orchestra. Il brano inserito nel programma è “Il cappello a tre punte” (El sombrero de tres picos) del 1917, nato per una pantomima per i Ballets Russes di Diaghilev, rappresentata a Madrid. La Suite orchestrale venne realizzata tra il 1918 e il 1919 ed eseguita all’Alhambra Theatre di Londra.

La serata inserita nel progetto “Armonie con la Sinfonica” sosterrà il Rotary Club Sanremo 1932 per le iniziative umanitarie e di tutela del territorio.

La serata di giovedì sosterrà le attività del Rotary Club Sanremo 1932 cui rappresentanti avranno modo di prendere la parola prima dell’inizio del concerto per presentare brevemente il progetto legato alla raccolta fondi: “Il Rotary Sanremo compie in Marzo 90 anni di vita ed attività nel supporto di iniziative umanitarie e nella tutela del territorio e dell’amicizia.

In occasione di questa ricorrenza avevamo pensato di procedere con il restauro di un’opera religioso-culturale, nel nostro comprensorio geografico, che con il passare del tempo cominciava a mostrare segni di decadimento ed a questo fine avevamo previsto di devolvere il ricavato di alcune iniziative che avevano permesso di raccogliere fondi dei soci. Tra queste anche la serata con la Sinfonica presso il Casinò di Sanremo del 17 di Marzo.

Lo scoppio della guerra in Ucraina ci ha messo di fronte alla necessità di pensare ai rifugiati che fuggono dal conflitto ed a questo fine abbiamo deciso di riconsiderare tutti le nostre operazioni di supporto ad arte e cultura affiancando a questo fine tutto quello che risulterà addizionale ed in linea con gli obiettivi e finalità del Club. Daremo resoconto del nostro contributo e disponibilità nell’ambito delle attività coordinate della nostra Regione assieme con gli altri sei Club del Ponente Ligure.”  (Luigi Fracas Incoming President 2022-2023 e Andrea Ghirardelli Presidente Rotary Sanremo 2021-2022).

“Prima i Giovani”, un’iniziativa per avvicinare gli studenti alla musica e far loro scoprire cosa c’è dietro un’opera e un concerto. Questa settimana sarà inaugurata anche l'iniziativa “Sinfonica Open - Prima i giovani”  che permetterà agli Istituti scolastici che ne faranno richiesta, di far partecipare alcune classi ad anteprime e prove. Un’occasione preziosa per avvicinare i più giovani alla musica, far loro scoprire il mondo che si cela dietro un brano e un concerto, scoprendo anche, in maniera inedita e diretta, il lavoro dell’Orchestra Sinfonica.

Giovedì mattina saranno alcune classi del Liceo Cassini ad assistere alle prove del concerto “Compositori spagnoli tra Ottocento e Novecento” al termine delle quali potranno confrontarsi con i professori della Sinfonica e il direttore d’orchestra Josè Rodilla.  

Per info e biglietti QUI

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium