/ Attualità

Attualità | 22 settembre 2021, 10:30

Uscire dalla pandemia senza perdere la strada: all'Istituto Marconi sono ricominciate le lezioni

Con una nuova reggenza in questo periodo delicato, con uno sguardo al cammino fatto e uno all'anno di crescita che aspetta la nostra comunità scolastica

Uscire dalla pandemia senza perdere la strada: all'Istituto Marconi sono ricominciate le lezioni

La scorsa settimana è suonata la prima campanella del nuovo anno scolastico all'Istituto di Istruzione Superiore Guglielmo Marconi: le aule della sede centrale alle Ferriere di Imperia e quelle delle ex Caserme Revelli di Sanremo hanno accolto i futuri tecnici di meccatronica e telecomunicazioni e i prossimi esperti di manutenzione e assistenza tecnica della nostra provincia. 

Il nuovo anno scolastico ha posto con urgenza le sfide che attendono la nostra comunità, sia sul piano dell'offerta formativa sia su quello organizzativo.

Per quanto riguarda il primo punto, accanto all'esperienza ormai consolidata degli indirizzi Tecnici Tecnologici di Meccatronica e di Informatica e Telecomunicazioni, il Marconi sta portando avanti  puntualmente la riforma del corso Professionale di Manutenzione e Assistenza Tecnica secondo il D.M. 92 del 24 maggio 2018, con un programma giunto ormai al quarto anno di sperimentazione. Nell'anno scolastico 2022-2023 verranno diplomati i primi studenti di questo nuovo percorso organizzato in stretto rapporto con il mondo del lavoro: in primo luogo i tradizionali corsi di manutentore dei mezzi di trasporto, dei sistemi termotecnici e degli impianti elettrici civili ed industriali sono stati inquadrati formalmente nella classificazione ATECO, approvata da Camere di Commercio ed Enti imprenditoriali correlati, recependo completamente il sistema delle competenze richiesto per l'esercizio delle professioni corrispondenti; inoltre, il percorso di ogni studente è collegato al Progetto Formativo Individuale (PFI), un documento che riassume nel quinto anno non solo le competenze certificate ma anche le esperienze lavorative accumulate, secondo il Quadro Nazionale delle Qualificazioni del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali; infine nei nuovi piani di studio sono previsti la formazione specifica in materia di gestione delle scorte di magazzino e di rispetto delle norme ambientali, l'incremento delle ore di attività pratiche professionalizzanti e  il superamento dell'esame di Qualifica Regionale come condizione necessaria al proseguimento  degli studi.  

Compatibilmente con le disposizioni di legge, si cercherà di potenziare l'attività dei Percorsi per le Competenze Trasversali e l'Orientamento (PCTO, ex alternanza scuola-lavoro), l'esperienza diretta degli studenti nelle aziende del settore, parte insostituibile del nostro patrimonio formativo. Un obiettivo importante per il Marconi, che ha dovuto superare le difficoltà tecniche e logistiche sorte durante la pandemia, grazie all'impegno dell'amministrazione, all'entusiasmo degli studenti e alla preziosa collaborazione di famiglie e aziende.

Nel periodo estivo appena trascorso gli studenti hanno svolto attività pratiche presso 24 aziende del nostro territorio. 

I nostri sforzi sono stati premiati dalle statistiche di Eduscopio 2021. Il 72% dei diplomati all'IIS G. Marconi ha un lavoro (considerando chi lavora continuativamente, saltauriamente o mentre studia all'università). Dopo 2 anni dal diploma il 10.5% ha ottenuto un posto a tempo indeterminato mentre il 54.4% ha una posizione permanente oppure di apprendistato. Infine la maggior parte dei diplomati resta coerente con le competenze acquisite durante gli studi (54.3% dei diplomati lavora nel campo di studio o in campi trasversali). L'offerta formativa del nostro Istituto continua ad essere in linea con la richiesta di lavoro reperibile in zona: infatti per 54 diplomati del corso professionale di manutenzione e assistenza tecnica esistevano in media 48 posizioni aperte nel trimestre estivo appena trascorso (dati del Centro per l'Impiego Provincia di Imperia giugno-agosto), con una forte preferenza per idraulici ed elettrotecnici.

Dal punto di vista organizzativo, con la nuova reggenza del Prof. Luca Ronco, l'Istituto sta provvedendo a sostituire i vecchi banchi delle aule per le lezioni con arredi nuovi, più funzionali e leggeri, adatti alle esigenze di lavoro, postura e crescita degli studenti. Inoltre durante la pulizia delle pertinenze dell'istituto è stata individuata una zona che, assieme al Campetto delle Ferriere, verrà adibita per lezioni all'aria aperta e attività di socializzazione della nostra comunità. In aggiunta, dopo la revisione di tutti i macchinari presenti nei laboratori tecnologici è stato approvato dal Consiglio di Istituto un piano per la messa in sicurezza, la dismissione e la sostituzione di alcune attrezzature diventate obsolete, per fornire agli studenti macchinari nuovi e funzionali alla loro formazione. Infine, l'impegno dell'IIS G. Marconi sarà anche rivolto all'incremento della popolazione scolastica femminile, ancora poco rappresentata nella scuola ma che ha dimostrato negli anni di raggiungere livelli di apprendimento eccellenti e di aver sviluppato una passione per la tecnologia e una professionalità di sicuro spessore.

Il programma è molto ambizioso ma confidiamo nell'aiuto delle famiglie, delle aziende e delle istituzioni del territorio per arrivare a raggiungere tutti gli obiettivi. Nella difficoltà della pandemia l'IIS G. Marconi ha conservato la sua identità di comunità di formazione e si impegna per restare un punto di riferimento nella nostra provincia.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium