/ Cronaca

Cronaca | 20 aprile 2021, 12:40

Sanremo: lunedì potrebbero aprire le spiagge ma scatta da oggi il divieto di balneazione per un mese

L'ordinanza è stata emanata in virtù dell'inizio dei lavori su rii e torrenti e per la rottura del collettore fognario di ieri

I lavori in corso Trento Trieste

I lavori in corso Trento Trieste

In concomitanza con l'inizio dei lavori su tutti i rii e i torrenti cittadini appaltati nei giorni scorsi dal Comune di Sanremo, è stata firmata stamattina l'ordinanza sindacale che dispone un divieto di balneazione precauzionale su tutto il territorio sanremese per l’intera durata dei lavori. Si tratta di un’ordinanza precauzionale che però, di fatto, blocca la balneazione fino ad almeno il 20 maggio, mentre le spiagge (se si torna al codice di sicurezza giallo) potrebbero già riaprire lunedì prossimo, anche se di fatto la stagione balneare dovrebbe riprendere il 15 maggio.

Nei giorni scorsi il servizio ambiente del Comune di Sanremo aveva avviato un'operazione straordinaria di monitoraggio dei rii e dei torrenti cittadini, rilevando diverse problematiche derivanti sia da strutture pubbliche che private. Il Comune, con uno stanziamento di oltre 500mila euro, aveva quindi predisposto un intervento in somma urgenza su tutti e sette i rii del territorio sanremese, affidando i lavori ad altrettante ditte specializzate.

Contemporaneamente era stata anche pubblicata un'ordinanza indirizzata a tutti i soggetti privati i cui scarichi fognari defluiscono nell'alveo dei torrenti stessi, intimando loro il controllo degli allacci e delle fognature di loro competenza e il relativo immediato intervento in presenza di anomalie.

L'ordinanza di divieto di balneazione si è resa necessaria in previsione del via ai lavori, come spiega l'assessore all'ambiente Lucia Artusi: “E' un intervento straordinario che va alla fonte del problema di inquinamento, problema che intendiamo risolvere definitivamente con questi lavori. Ovviamente si è reso necessario il divieto di balneazione su tutta la fascia litoranea per l’intera durata delle operazioni, che gli uffici stimano possano terminare nell'arco di trenta giorni. Qualora su qualche rio o torrente i lavori dovessero concludersi prima, riapriremo subito alla balneazione il relativo tratto di mare”.

Carlo Alessi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium