/ Attualità

Attualità | 03 aprile 2021, 10:20

Taggia: aperto il primo centro vaccini Covid drive through della Liguria. Falco "Valuteremo nuove aperture negli altri distretti" (foto e video)

Questa mattina per osservare l’avvio del nuovo servizio erano presenti il Direttore Generale di Asl 1 Imperiese, Silvio Falco, l’assessore regionale Marco Scajola e il sindaco di Taggia Mario Conio, accompagnato dal vicesindaco Espedito Longobardi e dal consigliere comunale Giancarlo Ceresola.

Taggia: aperto il primo centro vaccini Covid drive through della Liguria. Falco "Valuteremo nuove aperture negli altri distretti" (foto e video)

Da questa mattina, a Taggia è operativo il primo centro vaccini drive through della Liguria. Lo spazio gestito da Asl 1 imperiese è stato allestito in pochi giorni nel posteggio distaccato della stazione ferroviaria, a lato della galleria che porta al parco commerciale. La suddivisione del parcheggio in due spazi distinti permette di differenziare perfettamente i percorsi di entrata e uscita dei mezzi. 

Giovedì scorso il presidente di Regione Liguria e assessore regionale alla sanità , Giovanni Toti, aveva effettuato un sopralluogo in questo spazio. Questa mattina per osservare l’avvio del nuovo servizio erano presenti il Direttore Generale di Asl 1 Imperiese, Silvio Falco, l’assessore regionale Marco Scajola e il sindaco di Taggia Mario Conio, accompagnato dal vicesindaco Espedito Longobardi e dal consigliere comunale Giancarlo Ceresola. 

LE INTERVISTE

"Un'iniziativa realizzata in una settimana, è questo l'altro elemento importante. Abbiamo cercato di accelerare questa campagna di vaccinazione. - sottolinea Silvio Falco - Nella prima ora sono state vaccinate una cinquantina di persone; vuol dire che questa macchina ha una potenzialità molto maggiore rispetto a quella oggi programmata. E' la prima giornata e si voleva vedere come funzionava".

"Qui si elimina anche il rischio di assembramenti. E' presente l'ambulanza per eventuali problemi di reazione al vaccino o di semplice paura. - aggiunge - Una garanzia di tranquillità e sicurezza. Siamo vicini al nostro centro nella stazione dove continuato a vaccinare gli ultraottantenni. Oggi pur essendo vigilia di Pasqua vaccineremo oltre 1000 persone nel nostro territorio provinciale su tutti nostri centri".

"Un momento importante per la Liguria, l'importante è vaccinare più persone possibili e farlo nel più breve tempo possibile. Stiamo affrontando un'emergenza straordinaria  e lo dobbiamo fare tutti insieme. Siamo un'unica squadra di persone che si stanno impegnando al massimo per far si che si esca nel più breve tempo possibile da quella che è una pandemia devastante che ci sta colpendo non solo da un punto di vista sanitaria ma purtroppo anche economico. - ha ricordato Marco Scajola - Tante vaccinazioni, rispetto delle regole e poi speriamo che finalmente il governo comprenda quello che stanno vivendo tanti cittadini e finalmente metta mano al portafoglio e arrivino ristori significativi per chi sta soffrendo".

"Si è creata una infrastruttura efficace ed efficiente. E' una soddisfazione aver dato un piccolo contributo come comune a questa infrastruttura. Vedere le prime macchine che raggiungono il punto vaccinale è motivo di enorme soddisfazione. Questa è la strada per tornare alla normalità il più presto possibile. La situazione è seria. E' trascorso un anno da quando conoscevamo la drammaticità della pandemia. Questa è la cura: infrastrutture sul territorio, punti vaccinali ed efficenza" - ha detto Mario Conio. 

Come funzionerà e che cosa cambia con l’attivazione di questo servizio? Qui, in questa fase, verranno vaccinati soltanto i soggetti ultrafragili e con difficoltà deambulatorie. Sarà l’azienda sanitaria imperiese a contattare direttamente gli aventi diritto che saranno vaccinati senza farli scendere dall’auto. Le modalità di accesso sono semplici e ricalcano quelle viste nel centro vaccini operativo all’interno della stazione ferroviaria tabiese.

La persona da vaccinare viene accompagnata in auto, guidatore e passeggero non dovrebbero stare seduti vicini ma uno davanti e uno dietro, il mezzo viene incanalato in una delle corsie allestite dove avviene l’accettazione del paziente e viene compilata la scheda di anamnesi. Espletate queste pratiche l’auto può proseguire nell’area adiacente dove la persona verrà vaccinata contro il COVID; unica accortezza richiesta è che ci si presenti al medico con il braccio già scoperto dove verrà poi inoculata la dose di vaccino. A questo punto l’auto sosterà alcuni minuti, per tenere sotto osservazione il vaccinato e poi il mezzo potrà ripartire. Sull'intero percorso sono presenti i numerosi volontari della Croce verde di Arma di Taggia e della Protezione Civile, mentre nei diversi punti di sosta ci sono i medici. 

Il centro drive through di Taggia parte con l’obiettivo di vaccinare almeno 360 persone soltanto oggi. Dal punto di vista dell’azienda sanitaria il nuovo spazio in modalità drive apre naturalmente anche a considerazioni future. In questo momento si rivolge in via esclusiva a determinate categorie di persone ma un indomani quando la campagna vaccinale nazionale potrebbe essere allargata a un bacino d’utenza ben più ampio, il centro di Taggia potrebbe diventare il punto nevralgico nella lotta al COVID-19 e quindi per il ritorno alla normalità. 

"Se avremo numeri di vaccini facili, non il Pfizer ma come AstraZeneca o Johnson & Johnson sarà possibile accelerare in modo importante la nostra campagna. L'obiettivo è di raggiungere numeri importanti nel più breve tempo possibile. - conclude Falco - Questo è l'impegno che mi sono e ci siamo presi e su questo abbiamo sperimentato questa iniziativa. Vedremo se ci sarà possibilità di duplicarla anche in qualche altro distretto nelle prossime settimane". 

Stefano Michero

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium