Elezioni comune di Diano Marina

 / Cronaca

Cronaca | 01 settembre 2020, 12:13

Ventimiglia: preoccupazione per la situazione migranti, in molti nella zona di Grimaldi e c'è il timore per le 'riammissioni'

Le lamentele maggiori arrivano dalla zona di Grimaldi dove le associazioni umanitarie aiutano gli extracomunitari e per i rientri dal paese transalpino ed eventuali contagi da Covid-19

Ventimiglia: preoccupazione per la situazione migranti, in molti nella zona di Grimaldi e c'è il timore per le 'riammissioni'

Stanno arrivando moltissime mail e telefonate di protesta, direttamente al Sindaco di Ventimiglia, da residenti e turisti che hanno la seconda casa, nella zona di Grimaldi Inferiore e Superiore, per la costante presenza di migranti. Sono infatti molti gli extracomunitari che, arrivati nella città frontaliera, tentano di superare il confine in ogni modo, e sono diversi anche quelli che vengono respinti dalle autorità francesi, proprio nella zona di Ponte San Luigi.

I residenti di Grimaldi, frazione che conta molte abitazioni con vista mozzafiato, lamentano la costante presenza di gruppi di migranti (tra i 50 e i 100 a seconda della giornata), sia in ore diurne che la notte. Secondo le testimonianze dei residenti, a supporto degli extracomunitari ci sono associazioni sia italiane che francesi che li aiutano per i pasti della giornata ma che, di fatto, poi li lasciano alla loro sorte, visto che non possono intervenire in altri modi.

E, sempre secondo le testimonianze raccolte, c’è anche un altissimo rischio Covid, visto che la maggior parte dei migranti si muove senza mascherina e tanto meno con disinfettanti. La zona maggiormente ‘battuta’ dagli extracomunitari è una piazzola al di là del marciapiede e, residenti e turisti, hanno chiesto al Comune di intervenire per alzare la balaustra presente ed evitare che la stessa possa essere superata.

Purtroppo la situazione migranti a Ventimiglia non cambia, con la presenza di almeno 300/350 extracomunitari che ogni giorno si muovono in città e, in particolare nelle zone di confine dove cercano di oltrepassare la linea di divisione tra Italia e Francia per raggiungere i paesi del Nord Europa. In molti, tra i residenti ed i turisti, hanno denunciato al Sindaco una percezione di insicurezza diffusa, inviando mail e foto eloquenti per la situazione in atto.

C’è anche preoccupazione per le ‘riammissioni’ delle autorità francesi, anche dopo la diffusione dei dati sulla pandemia nel paese transalpino e anche in Costa Azzurra. C’è infatti il timore che, alcuni dei migranti respinti dalla Francia, possano tornare in Italia (e in particolare a Ventimiglia) dopo aver contratto il virus. La situazione è ancora sotto controllo ma non è da escludere che possa esplodere da un momento all’altro.

Carlo Alessi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium