Elezioni comune di Diano Marina

 / Attualità

Attualità | 23 luglio 2020, 09:41

Antincendio e pulizia strade: 392mila euro per l'Unione dei Comuni delle Valli Argentina e Armea

Un credito che arriva attraverso il Programma di Sviluppo Rurale 2014 - 2020 di Regione Liguria.

Antincendio e pulizia strade: 392mila euro per l'Unione dei Comuni delle Valli Argentina e Armea

L'Unione dei Comuni delle Valli Argentina e Armea ha ottenuto un finanziamento da poco più di 392mila euro. Un credito che arriva attraverso il Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020 di Regione Liguria. 

Grazie all'accesso a questa importante somma, l'Unione acquisterà un paio di trattori con bracci estensibili e trince, per metterli a disposizione dei borghi delle due vallate: Triora, Molini di Triora, Montalto Carpasio, Bajardo e Ceriana e Badalucco. Attraverso questi mezzi i paesi puntano a raggiungere due obiettivi: fare prevenzione contro i possibili danni causati da incendio boschivo e pulire le strade. 

I bracci meccanici di questi macchinari permetteranno di raggiungere la vegetazione a diversi metri d'altezza. Il loro uso sarà riservato alle strade dell'entroterra che oggi versano in pessime condizioni a causa della vegetazione e di mancati interventi radicali di manutenzione. Attività che oggi viene svolta dai volontari con grande fatica. I mezzi permetteranno di coprire molto più territorio in meno tempo. Con la pulizia delle strade, l'Unione punta a creare vere e proprie vie tagliafuoco. 

Soddisfatto il presidente dell'Unione Massimo Di Fazio, sua l'idea di presentare domanda per accedere al finanziamento che coprirà il 100% della spesa totale. La procedura prevede che sia l'ente ad anticipare la maggior parte della spesa (quindi attraverso i Comuni dell'Unione) che sarà poi completamente saldata a termine della procedura con l'erogazione del fondo. 

Tempi per l'acquisto? Brevi. Infatti l'intera procedura dovrà essere perfezionata entro l'8 gennaio, pena la revoca del sostegno economico e il recupero delle somme già erogate in fase di anticipo/acconto. L'obiettivo dell'Unione è di poter acquistare questi mezzi già per fine settembre. Gli uffici si sono già messi al lavoro per determinare quale sia il percorso migliore: sia per non gravare eccessivamente sulle casse dei comuni e per individuare la procedura idonea (ad esempio un bando) per trovare la ditta in grado di fornire questi macchinari.  

Stefano Michero

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium