/ Attualità

Attualità | 25 maggio 2020, 08:37

Ventimiglia: il ricordo di Giovanni Falcone, della moglie e della scorta in un flash mob virtuale del Comprensivo 'Cavour'

Esponendo dai balconi un bianco lenzuolo e cantando l’Inno nazionale,nella speranza che tali tremende ricorrenze non rimangano vuota espressione di retorica perbenista, ma servano a tracciare nuovi percorsi di autentica legalità.

Ventimiglia: il ricordo di Giovanni Falcone, della moglie e della scorta in un flash mob virtuale del Comprensivo 'Cavour'

Il 23 maggio, come ogni anno, si celebra la giornata della memoria e si commemora la strage di Capaci, in cui persero la vita il Giudice Falcone, la moglie Francesca Morvillo e tanti uomini della sua scorta.

Quest’anno le celebrazioni si legano al periodo attuale, condizionato dal coronavirus e, quindi, l’Istituto ha scelto di ricordare anche il coraggio degli italiani che, mettendosi al servizio del Paese, hanno sacrificato la vita. Per questo motivo il Comprensivo n° 2 Cavour di Ventimiglia, da anni capofila nelle proposte legate alla consacrazione della legalità attraverso la Dirigente Dott.ssa Antonella Costanza, ha messo in campo alcune iniziative: la realizzazione ,da parte degli alunni della scuola dell’infanzia Regina Margherita di Ventimiglia alta, coordinati dalle docenti Roberta Masi (referente alla legalità dell’Istituto), Francesca Grana e Alessia Barone, di un filmato dal titolo ‘Il giardino di Giovanni e Paolo’ che riprende il lavoro dei piccoli alunni nell’atto di dar vita e far germogliare dei fiori, simbolo della rinascita della legalità dopo le barbare uccisioni dei due giudici.

Le altre iniziative, pur se limitate dalla pandemia, hanno visto la partecipazione dei plessi della scuola dell’infanzia di Roverino guidati dalla docente Rosa Papalia responsabile del plesso , della primaria di Nervia con la docente Miriam Barbero responsabile del plesso e della secondaria di primo grado di Roverino e Ventimiglia alta capitanati dalla Prof.ssa Stefania Naso, referente del Consiglio comunale dei ragazzi, che hanno realizzato video,disegni e striscioni a tema ed effettuato un ‘flash mob virtuale’ alle 17,58, ora nefasta che ha inciso sulla coscienza degli italiani, esponendo dai balconi un bianco lenzuolo e cantando l’Inno nazionale,nella speranza che tali tremende ricorrenze non rimangano vuota espressione di retorica perbenista, ma servano a tracciare nuovi percorsi di autentica legalità.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium