/ Economia

Economia | 22 maggio 2020, 08:00

Medici Senza Frontiere: 50 anni di assistenza e intervento

Nel 1971 a Parigi venne fondata Medici Senza Frontiere: un'associazione internazionale senza scopo di lucro che si prefiggeva di intervenire in modo imparziale e neutrale ovunque non fosse garantito l'accesso alle cure sanitarie

Medici Senza Frontiere: 50 anni di assistenza e intervento

Nel 1971 a Parigi venne fondata Medici Senza Frontiere: un'associazione internazionale senza scopo di lucro che si prefiggeva di intervenire in modo imparziale e neutrale ovunque non fosse garantito l'accesso alle cure sanitarie (o dove le terapie fossero disponibili ma ostacolate da conflitti armati e calamità naturali). L'idea nacque da Bernard Kouchner, un medico francese impegnato da anni nella cura dei malati del Biafra a seguito della guerra civile. Insieme ad altri medici e giornalisti decise di unire le forze per aiutare sempre più persone.

L'associazione si sostiene solo grazie alla generosità dei contribuenti: aiuta con una donazione. Ti spieghiamo come!

Le donazioni

Medici Senza Frontiere investe il 100% dei guadagni in progetti di sviluppo e assistenza medica. La trasparenza è uno dei punti focali della comunicazione dell'azienda: è fondamentale che chi contribuisce con le proprie donazioni possa essere certo che tutto il denaro speso venga impiegato per lo scopo prefissato. La credibilità dell'associazione non è mai stata messa in discussione anche per questa scelta di chiarezza dei bilanci.

Oltre l'80% delle donazioni viene utilizzata per acquistare strumenti, farmaci e cibo, oltre a corsi di formazione per le patologie più frequenti che i medici incontreranno nel proprio percorso. Il restante 20% viene diviso tra organizzazione, gestione e comunicazione dell'associazione.

È possibile effettuare donazioni singole, di varie cifre; o regolari, con prelievi ciclici dal conto corrente associato al profilo del donatore. Inoltre è possibile acquistare doni e regali etici che sostengono i progetti in corso.

Bomboniere e regali

L'associazione, come molte impiegate nello stesso settore, mette a disposizione molti regali e doni che possono essere acquistati per finanziare i progetti attivi.

Se si desidera conferire alla propria festa un significato più profondo è possibile far personalizzare bomboniere, partecipazioni, sacchetti e scatole per i confetti: il costo varia tra i 3 e gli 8 euro a seconda dell'oggetto scelto.

Se chi riceverà il regalo è una persona particolarmente attenta all'etica e alla beneficienza, sicuramente apprezzerà un dono "virtuale". Al destinatario arriverà materialmente solo un biglietto di ringraziamento personalizzato: il denaro speso da chi fa il regalo viene invece impiegato per l'acquisto di attrezzature utili ai progetti. Con 21 euro è possibile donare dieci paia di guanti sterili. Con 218 è possibile acquistare una tenda medica da campo, con 130 un letto ospedaliero per i pazienti più gravi, con 630 un corso di formazione per un medico, perchè arrivi il più possibile preparato al momento dell'emergenza.

Se desideri che una piccola parte di questo enorme regalo possa essere tenuta fisicamente in mano dal festeggiato puoi associarla ad un piccolo dono: tazze, t-shirt, quaderni, body per neonati e bambini, zaini. L'acquisto di tutti questi oggetti contribuisce allo sviluppo dei progetti, attualmente attivi in 72 paesi nel mondo, e lascia nelle mani di un amico, un figlio, un genitore un piccolo ricordo dell'aiuto dato a moltissime persone in difficoltà. Le cifre donate per questi regali possono sembrare di minima entità, ma una enorme rete di organizzazione permette di impiegare ogni centesimo a favore di chi vive in condizioni di pericolo!

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium