/ Attualità

Attualità | 16 dicembre 2019, 12:52

Bordighera: giovani e non solo giovani, c'è bisogno di tutti per fare in modo che il mare non venga inquinato (Foto)

In questi giorni la densità di rifiuti intrappolati nei residui di canne e vegetazione è impressionante.

Bordighera: giovani e non solo giovani, c'è bisogno di tutti per fare in modo che il mare non venga inquinato (Foto)

Il mare ha bisogno di tutti per non essere inquinato e la conferma arriva dalle due foto scattate ieri mattina alla spiaggia dei Pennoni a Bordighera che documentano il lavoro di 3 volontari di ‘Bordighera, Io adesso Salvo il Mare’: 6 grossi sacchi di rifiuti raccolti in 90 minuti su una superficie di circa 30 metri quadri.

I volontari confermano che, contemporaneamente, altri erano al lavoro sulla spiaggia del molo di Sant’Ampelio e dell’Arziglia. L’autunno è periodo di mareggiate, e quando il mare si ritira si lascia dietro sulle nostre spiagge ciò con cui lo abbiamo inquinato: di tutto. In questi giorni la densità di rifiuti intrappolati nei residui di canne e vegetazione è impressionante. C’è in particolare tanta plastica ormai in pezzi e frammenti che testimoniano come quella bottiglietta di plastica lasciata sulla spiaggia o gettata in mare diventerà microplastica, che sarà poi ingerita dai pesci e tornerà a noi nella pericolosa forma di contaminante che raggiunge il nostro intestino.

Nel disegno ultimo di salvaguardare la bellezza e la biologia del nostro mare (anche per banali motivi turistici) quello di andare a raccogliere rifiuti sulle spiagge può sembrare un approccio minimalista e primitivo. Ma ad oggi i servizi comunali di igiene urbana non lo fanno; quindi o lo fanno i cittadini di buona volontà o i rifiuti tornano tutti in mare. Fino a quando non saranno operative grandi strategie per ripulire il mare, e soprattutto fino a quando non saremo riusciti a far pensare all’ambiente come alla linfa del pianeta invece che come al bidone dei rifiuti, quel piccolo contributo sarà aiuto concreto. E se saremo in molti a dare il contributo, il mare sarà più pulito e tutti saremo in miglior salute.

“Ragazzi, vi invitiamo a lavorare sulle spiagge – sottolineano i volontari di ‘Bordighera, io adesso salvo il mare’ - un’ora nel pomeriggio dopo la scuola, con un amico da sensibilizzare, un sacco, e un paio di guanti. O durante il weekend, quando ci sono raccolte organizzate da associazioni e Comuni. Ad esempio Ventimiglia ha organizzato una raccolta per domenica prosima in almeno tre punti del litorale. Speriamo che anche il Comune di Bordighera e altri comuni della costa ricomincino a farsi promotori di appelli per queste attività. Naturalmente l’invito a lavorare sulle spiagge vale anche per i nostri concittadini bordigotti non più ragazzi”.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium