/ Attualità

Attualità | 12 marzo 2018, 12:31

Da Taggia parte il progetto internazionale per creare un ponte culturale e turistico tra Liguria e Russia

27 artisti di fama internazionale saranno ospiti a Taggia per le prossime settimane, visiteranno la provincia di Imperia ed i suoi borghi unici. Realizzeranno delle opere d'arte ispirate da questa terra per una mostra itinerante finalizzata ad aiutare il convento dei domenicani.

La Russia alla scoperta della provincia di Imperia grazie all’iniziativa internazionale organizzata dal comune di Taggia. Proprio dal centro storico del borgo ai piedi della valle Argentina è partita la visita alla scoperta di storia e tradizioni di questa parte della Liguria. 

VIDEOSERVIZIO con i protagonisti di questo progetto



27 artisti russi sono venuti per la prima volta in provincia di Imperia per scoprire questa terra ma anche per lasciarsi ispirare. Un’occasione unica che porterà questi visitatori anche in altre rinomate realtà della riviera dei fiori. Infatti dopo la visita a Taggia la comitiva si recherà anche a:  Perinaldo, Sanremo, Triora, Imperia, Valloria, Prelà, Dolceacqua e Ventimiglia.

Un viaggio lungo due settimane per scoprire le bellezze di questa provincia. Il gruppo produrrà dipinti ispirati ai paesaggi che vedranno. Queste opere confluiranno in una esposizione che sarà visibile venerdì 23, in una cerimonia simbolica di saluto, a Taggia, alla presenza delle autorità locali ma anche russe. Il tutto presso il Convento dei Domenicani che in questi 14 giorni ospiterà gli artisti. Bisogna pensare che si tratta di opere di grande valore, ognuna di queste è quotata sugli 8mila dollari circa. L’esposizione, di assoluto pregio, sarà allestita in primis a Taggia ma sarà di natura itinerante e viaggerà anche nelle altre realtà coinvolte.

Un ponte culturale tra Russia e Liguria, una prima edizione che ha visto partecipare uniti tutti i comuni visitati ma dove Taggia è capofila. Una soddisfazione per Laura Cane, neo eletta presidente del consiglio comunale con delega alla cultura. Lei ha seguito con attenzione l’intero iter di questo progetto. "Una parte delle loro opere saranno donate al convento dei Domenicani. Con questi quadri permetteranno al convento di venderli per poter usare il ricavo all'interno del convento per alcune opere che hanno bisogno di essere realizzate. L'altra parte die quadri andranno in giro per la Liguria e l'Italia per promuovere Taggia e gli altri borghi coinvolti. La cultura può ceare promozione turistica e territoriale" - ha sottolineato Laura Cane. 

Piacevolmente impressionata anche Elena Buzhurina, presidente dell’associazione  Liguria Russia Sanremo Nizza Costa Azzurra. Lei è l’altra parte dell’organizzazione dell’iniziativa; per i prossimi giorni sarà il tramite tra questi artisti russi e le guide locali. 

Protagonista in questo progetto dal sapore internazionale anche il Centro Programmi Umanitari di San Pietroburgo. Oggi i rappresentanti hanno seguito con attenzione le spiegazioni sulla cultura, la storia e le tradizioni di Taggia, grazie ad una tabiese doc, la guida Raffaella Asdente.  

Queste visite così come la mostra di opere d’arte garantiranno un’occasione di promozione unica per questi paesi della riviera dei fiori. Da un lato ci sono realtà più note come Sanremo, da tempo al centro dei flussi turistici provenienti dalla Russia. Nuove possibilità di sviluppo per altre realtà, magari meno note, proprio come Taggia ed il suo centro storico, uno dei più belli d’Italia. 

Stefano Michero

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium