/ FESTIVAL DI SANREMO

Che tempo fa

Cerca nel web

FESTIVAL DI SANREMO | sabato 13 febbraio 2016, 23:01

#Sanremo2016: Renato Zero emoziona e infiamma l'Ariston con le sue canzoni più belle

E lancia un appello: "Fate in modo che la musica venga insegnata nelle scuole, ai bambinetti".

Un artista geniale. Creativo e magico. In due parole: Renato Zero. Per lui all'Ariston una bellissima standing ovation. Mancava da due anni da questo palco, che provoca la tachicardia anche agli artisti più consumati.

Si è esibito in un medley raffinato, cui ha regalato alcune delle sue canzoni indimenticabili: 'Favola mia', 'Nei giardini che nessuno sa', 'Il cielo', 'I migliori anni'.

E poi ll 'Triangolo' e 'Mi vendo', con cui ha fatto scatenare tutto il pubblico e i giornalisti, che si sono lanciati in improbili trenini in sala stampa.

"La vera essenza di Renato Zero?", gli chiede Conti. Risposta alla Renato: "Se l'avessi trovata non sarei qui".

E ancora: "La musica non è una velleità, ma anche un impegno sociale. Fate in modo che la musica venga insegnata nelle scuole, ai bambinetati".

Racconta del suo sogno, Fonopoli: "Tre sindaci di Roma non sono riusciti a realizzarlo. Io l'avevo pensata per i giovani". Cui dedica un pensiero profondo e triste, sulla precarietà attuale, la mancanza di prospettive future.

L'8 aprile esce il suo nuovo album, 'Alt', "perché è il momento di fermarsi un attimo". Canta in anteprima 'Gli anni miei raccontano'.

Stasera siamo tutti 'sorcini'.

Ecco cosa è successo in sala stampa mentre cantava Renato Zero:

barbara simonelli

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore